Serie Duchesse Disperate di Eloisa James

DUCHESSE DISPERATE

serie duchesse 1 (Custom)Data pubblicazione: febbraio 2010
Titolo originale: Desperate Duchesses (2007)
Serie Duchesse Disperate – Vol. 1
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1780 circa (periodo georgiano)
Disponibilità: ebook € 4,99 – usato
Lunghezza: 303 pagine

Sinossi:
Lady Roberta, unica figlia dell’austero marchese St Giles, è stata cresciuta nella bambagia: il padre si rifiuta di portarla a Londra, perfino quando Roberta è in età per sposarsi. È troppo. Fuggita in città, invitata a un ballo sontuoso, Roberta si innamora al primo sguardo di uno sconosciuto. E questi è tutto l’opposto di un buon partito: Damon Reeve, conte di Gryffyn, dongiovanni impenitente e ribaldo senza scrupoli. Eppure Damon, fin dal primo momento, sa di avere ormai un’unica missione: proteggere quell’incantevole fanciulla. 

Impressioni:
Non amo molto il periodo georgiano nello storico principalmente perchè non mi piacciono gli uomini e le donne con le parrucche, pieni di cipria, nei finti e con gli abiti eccessivamente stravaganti (niente a che vedere con l’eleganza Regency) perciò ho preso questo libro un po’ titubante. Nel complesso non mi è dispiaciuto anche se per i miei gusti è troppo corale, ci sono troppi personaggi e la storia tra Roberta e Damon non è per niente approfondita. Anche la sinossi non è corretta, in primo luogo il marchese di St Giles non è austero anzi, è molto divertente con le sue rime poetiche assolutamente improbabili, gli atteggiamenti di un attore teatrale, le sue mantenute fatte passare per dame di compagnia, i suoi pianti ecc., non per niente lo chiamano il marchese pazzo. In secondo luogo Roberta si innamora a prima vista del duca di Villiers ad una festa di una vicina successivamente decide di trasferirsi in città mentre Damon, il conte di Gryffyn, è un suo cugino di sesto grado con un figlio illegittimo, fratello della duchessa di Beaumont che la ospita. Anche per quanto riguarda la missione di proteggere Roberta, non ne ho trovato traccia, Damon si infatua subito di Roberta e la vuole per sè ma, in mezzo a tutte le vicissitudini degli altri personaggi che compaiono nella storia, tra i due le cose si fanno interessanti da tre quarti del libro in poi. Probabilmente l’autrice ha voluto dare un’infarinatura generale su quelli che saranno i protagonisti dei prossimi cinque libri ma questo ha fatto sì che il tutto fosse un po’ confuso e sinceramente non mi sono sentita un gran che coinvolta. Preferisco di gran lunga i libri che si concentrano su una coppia alla volta lasciando tutto il resto in secondo piano. 

PRIMA DI NATALE

serie duchesse 2 (Custom)Data pubblicazione: maggio 2010
Titolo originale: An Affair before Christmas (2007)
Serie Duchesse Disperate – Vol. 2
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1780 circa (periodo georgiano)
Disponibilità: ebook € 4,99 – usato
Lunghezza: 243 pagine

Sinossi:
In uno splendido Natale, lady Poppy Selby, giovane e timida, incontra l’uomo che è certa di amare per sempre. L’irresistibile duca Fletcher sembra proprio il marito perfetto e il loro matrimonio è esattamente ciò che Poppy ha sempre sognato. Ma i sogni svaniscono all’alba e ora, quattro anni dopo, la fiamma del loro amore sembra ormai spenta. Eppure, Fletcher non è disposto a rinunciare alla donna che non ha mai smesso di desiderare. E di amare.
Impressioni:
Nel complesso l’ho trovato carino ma poco realistico. Poppy e Fletcher, sposati da quattro anni, hanno un po’ di problemi nell’intimità coniugale e il rancore che provano uno verso l’altro è cresciuto fino ad arrivare alla separazione. Sinceramente ho trovato il tutto un po’ improbabile perchè, se non erro, in epoca georgiana e anche successivamente l’uomo, un Duca poi ancora di più, aveva la proprietà assoluta sulla moglie, figuriamoci se gli importava se a questa facesse piacere che lui frequentasse il suo letto o meno, si prendeva ciò che era suo di diritto senza problemi così come non si faceva problemi a frequentare altre donne…Però, al di là di questo, mi è piaciuta l’evoluzione del personaggio di Poppy, da debole, sottomessa e spaventata a donna più si cura di sè e consapevole di ciò che vuole. In genere non amo le protagoniste senza spina dorsale però il fatto che fin da piccola Poppy abbia subito le angherie, le urla e le violenze fisiche della madre è una giustificazione realistica per la sua mancanza di carattere. Ciò che non ho capito è l’incapacità di Fletcher a liberarsi dell’ingombrante suocera mettendola semplicemente alla porta. Certo però che tutte queste parrucche, ciprie, piume d’uccello incollate ai capelli e quant’altro non sono molto affascinanti, meglio il periodo Regency.

LA NOTTE DELLA DUCHESSA

serie duchesse 3 (Custom)Data pubblicazione: settembre 2010
Titolo originale: Duchess by Night (2007)
Serie Duchesse Disperate – Vol. 3
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1780 circa (periodo georgiano)
Disponibilità: ebook € 4,99 – usato
Lunghezza: 241 pagine

Sinossi:
Harriet, duchessa di Berrow, è stanca degli obblighi che il suo titolo comporta. Invece che a noiosi tè e tediose serate di gala, vorrebbe partecipare a una soirée in cui soddisfare quei desideri che da lungo tempo reprime. Ma prendere parte a un evento del genere, soprattutto se a casa di lord Justinian Strange, il più chiacchierato libertino d’Inghilterra, sarebbe davvero troppo. Perciò Harriet decide di travestirsi da uomo per avere libero accesso a quella dimora tanto scandalosa. Eppure, proprio Justinian non tarda ad accorgersi che sotto i panni del giovane Harry si cela una donna irresistibile. E subito è assalito da intriganti interrogativi: perché quell’affascinante creatura ha voluto rischiare tanto per frequentare la sua casa? E, soprattutto, potrà lui convincerla a restare… per sempre?
Impressioni:
Mi piacciono i libri dove le protagoniste si travestono da uomo, sarà perchè da piccola adoravo Lady Oscar. Harriet, che non mi aveva molto impressionato nei libri precedenti, vestita da uomo tira fuori un carattere forte, deciso e “moderno” per la sua epoca. Strange è interessante come la figlia di otto anni che forse fa un po’ troppi discorsi da adulta per la sua età. Ciò che ho trovato deludente è tutto il contorno alla storia tra Harriet e Strange. Mi aspettavo che succedesse chissà che a casa del dissoluto Jem ed invece niente di trasgressivo, niente orge o feste sfrenate, niente scandali, insomma niente di niente. La casa è frequentata da attori e attrici, personaggi vari del demi monde, ragazze che cercano l’avventura o un protettore e pochi eletti che possono partecipare al Gioco (del quale non ho capito molto visto che non sono portata per le carte) dove si scommettono fortune, contratti d’affari e simili. Sinceramente mi aspettavo qualcosa di meglio in stile “Esercito Celeste” della serie Rohan di Anne Stuart. Nel complesso comunque la storia è carina, il rapporto tra Harriet e Jem è intrigante anche se l’omissione da parte della donna di essere una duchessa è portata avanti un po’ troppo a lungo.
Dimenticavo, c’è una cosa che non ho capito: nel libro precedente Jemma e Poppy incontrano a una riunione William Berkford e Jemma gli chiede il resto degli scacchi (lei ha solo la regina). Lui la invita a casa sua per darglieli però quando Harriet, Villiers e Isidore vanno nella sua dimora dissoluta il suo nome è diventato Justinian Strange…mi sono persa qualcosa? Perchè non viene data nessuna spiegazione a questa differenza nei nomi. Che sia stata tagliata quella parte in italiano? 

IL RITORNO DEL DUCA

serie duchesse 4 (Custom)Data pubblicazione: maggio 2011
Titolo originale: When the Duke Returns (2008)
Serie Duchesse Disperate – Vol. 4
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1780 circa (periodo georgiano)
Disponibilità: ebook € 4,99 – usato
Lunghezza: 243 pagine

Sinossi:
Isidore ha atteso lunghi anni che il suo sconosciuto e misterioso marito tornasse da un viaggio intorno al mondo. Sposata per procura quando era solo una bambina, ora che è una giovane donna desidera ardentemente un marito in carne e ossa. E Simeon, duca di Conway, finalmente ritorna. Però non è come lei se lo aspettava: non si incipria i capelli, non ama gli abiti eleganti, e anzi preferisce girare per la campagna in pantaloni corti. Addirittura, arriva a proporle di annullare il matrimonio. Ma presto Simeon scoprirà che proprio quel legame potrebbe essere l’avventura più appassionante della sua vita…
Impressioni:
La parte migliore di questo libro sono i due protagonisti, lei è un’italiana impulsiva e dal carattere forte, lui una specie di asceta che non si preoccupa del suo aspetto esteriore, ama fare jogging in pantaloni corti, è serio, posato e non si arrabbia mai. Due opposti veramente bel accoppiati che fanno scintille con di contorno i vari personaggi secondari che abbiamo imparato a conoscere fin dal primo libro (il più interessante è ovviamente sempre il duca di Villiers, protagonista dell’ultimo titolo)

DUCHESSA DEL MIO CUORE

serie duchesse 5 (Custom)Data pubblicazione: ottobre 2011
Titolo originale: This Duchess of Mine (2009)
Serie Duchesse Disperate – Vol. 5
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1780 circa (periodo georgiano)
Disponibilità: ebook € 4,99 – usato
Lunghezza: 233 pagine

Sinossi:
Sono trascorsi solo pochi giorni dal matrimonio con l’imperturbabile Elijah, duca di Beaumont, quando Jemma fa una scoperta scioccante. Sconvolta e ferita fugge all’estero, dove vive per nove anni passando da un’avventura all’altra e collezionando deliziosissimi scandali. Finché, all’improvviso, Elijah la richiama a casa perché ha bisogno di un erede. Jemma deride la freddezza che lui le dimostra, ma dentro di sé scopre di non ricambiarla e di non aver mai smesso di amarlo. E ora che Elijah ha fatto il primo passo, lei pretende l’impossibile: conquistare davvero il cuore di suo marito.
Impressioni:
Sinceramente ho avuto quasi voglia di saltare questo titolo e passare direttamente al libro su Villiers perchè fin dall’inizio della serie ho detestato Jemma. Non posso farci nulla ma proprio non riesco a mandare giù le donne fatue, capricciose, modaiole, che pensano solo a civettare, a primeggiare sulle altre, che hanno fatto dell’aspetto fisico l’unica cosa veramente importante nella vita e che hanno la profondità emozionale di una pozzanghera. Inoltre non mi piacciono le storie dove i due coniugi vivono separati per anni e anni facendosi le corna, capisco una separazione di un anno massimo due ma dieci sono veramente troppi. Elijah è l’unica nota positiva del libro, è un uomo serio, generoso, impegnato a migliorare la società del suo tempo altro che pedante e noioso come lo dipinge la moglie. Non sono proprio riuscita a sentirmi coinvolta nella storia, a sentire il romanticismo o la passione tra i due proprio perchè Jemma è così leggera e concentrata su se stessa, sui suoi intrallazzi che mi sono dovuta sforzare ad arrivare fino in fondo al libro. Anche la disperazione che prova perchè Elijah ha una malattia cardiaca che potrebbe farlo morire in qualunque momento è egoistica in quanto pensa solamente a cosa farà lei senza di lui, non si sofferma mai a pensare alla paura che Elijah sta provando con questa spada di damocle sulla testa. Insomma, nel complesso veramente una storia mediocre con la peggiore protagonista femminile che ho incontrato in un romance storico.

UN DUCA TUTTO MIO 

serie duchesse 6 (Custom)Data pubblicazione: marzo 2012
Titolo originale: A Duke of Her Own (2009)
Serie Duchesse Disperate – Vol. 6
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1784 circa (periodo georgiano)
Disponibilità: ebook € 4,99 – usato
Lunghezza: 238 pagine

Sinossi:
Leopold Dautry, duca di Villiers, deve sposarsi bene e in fretta, ma purtroppo le possibilità sono molto limitate. La figlia del duca di Montague, Eleanor, è bellissima e intelligente, e Leopold senza pensarci troppo si fidanza con lei. Tanto più che l’altra candidata, Lisette, figlia del duca di Gilner, non bada al decoro e non le importa niente dei titoli nobiliari. In più, sono in molti a pensare che sia matta e lui è incline a credervi. Ancora combattuto fra logica e passione, Leopold si ritrova coinvolto in uno scandalo e trascinato in un duello all’ultimo sangue. Solo a un passo dalla morte, comprenderà davvero quale delle due sia la donna destinata a essere sua per sempre.
Impressioni:
Aspettavo fin dal primo libro di leggere la storia del duca di Villiers e, nonostante nel complesso mi sia piaciuta, non è stata all’altezza delle mie aspettative. Il problema principale è dovuto al ribaltamento caratteriale di Leopold; fin dal primo incontro con lui mi ero fatta un’idea precisa di com’era, un duca gelido, altezzoso, incurante della buona società, dei problemi sociali, completamente concentrato su se stesso, sulla sua eleganza, sugli scacchi, sul guardare dal basso in alto i comuni mortali e mi piaceva così anzi lo adoravo. Purtroppo in questo libro perde quasi completamente la sua aurea di superiorità, la sua capacità di analizzare e comprendere le persone che gli girano intorno infatti non si rende conto che Lisette, la donna che ritiene quella giusta per allevare i suoi figli, è completamente pazza, ma matta da legare. Com’è possibile che lui sia l’unico a non accorgersene? E poi dov’è finito il suo amore per gli scacchi, per il pettegolezzo, per la moda, per il sottile corteggiamento? Spariti, persi per strada, svaniti nel nulla. Fortuna che c’è Eleanor, veramente una protagonista femminile di primo livello, una duchessa nata, piena di dignità, capace di prendere in pugno la situazione e di risolvere i problemi oltre ad essere una donna sensuale che vuole anzi esige soddisfazione tra le lenzuola altro che verginella innocente. L’autrice è riuscita a trasmettere l’alchimia che lega Leopold a Eleanor ed è questa la cosa più positiva del libro. Merita una cenno anche Tobias che ha tutte le chance per emulare il padre sia nell’atteggiamento che nel successo con le donne (il padre dei primi libri ovviamente non di questo). Mi è mancato un epilogo ambientato più avanti negli anni come quello di Jemma ed Elijah per vedere che fine fanno i sei figli illegittimi di Villiers (al termine ne compaiono solo tre…e gli altri?) e poi mi è rimasta la curiosità sulla fine di Lisette. Certo che potrebbe nascere tranquillamente uno spin-off da questa serie sui vari figli dei protagonisti in epoca Regency… 

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

Lascia un commento

Your email address will not be published.