Medieval Series di Madeline Hunter

TU MI APPARTIENI

Data di pubblicazione: Giugno 2013
Titolo originale: By Possession (2000)
Serie: Medieval – Vol. 1
Collana: I Romanzi Mondadori Emozioni n° 15
Ambientazione: Inghilterra, 1326
Genere: romance storico
Sensualità: medio/alta
Lunghezza: 236 pagine
Prezzo: ebook € 3,99

Sinossi:
Per anni Moira Falkner lo ha creduto morto in Crociata, ma quando lo vede entrare con passo deciso nel suo modesto cottage non ha alcun dubbio. Addis de Valente, che da giovane scudiero era stato il suo eroe, adesso è il suo signore: temprato dalla vita e tornato a reclamare il proprio feudo usurpato dal fratellastro. Ma se Moira non può ignorare la passione che sta germogliando in lei, è nel contempo consapevole dell’ostacolo insormontabile della loro diversa condizione sociale. Preferirebbe affrancarsi da quell’uomo piuttosto che diventarne l’amante all’ombra di una legittima sposa. E mentre Addis non può permettersi alcuna distrazione, il desiderio di Moira si insinua in lui come il più pericoloso dei nemici… 

Impressioni:
Bellissimo libro, ho trovato la ricostruzione storica accurata e la storia tra i due protagonisti è a tratti poetica, in altri appassionata e molto spesso cruda e spietata nella sua concretezza. Sia Moira che Addis sono due personaggi complessi e li ho amati entrambi. L’autrice è riuscita a trasmettere in modo vivido le loro emozioni e anche la mancanza di speranza in un lieto fine che credo fosse una costante in un mondo in cui la vita umana non valeva nulla e tutti cercavano di sopravvivere nel miglior modo possibile. Consigliato.

ERA SCRITTO NEL DESTINO

Data pubblicazione: febbraio 2015
Titolo originale: By Design (2001)
Serie: Medieval – Vol. 2
Collana: I Romanzi Mondadori Emozioni n° 35
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1330
Sensualità: medio/alta
Lunghezza: 258 pagine
Prezzo eBook: € 3,99
Premi e riconoscimenti della critica: All About Romance DIK (Desert Isle Keeper)

Sinossi:
Fin dall’istante in cui posa lo sguardo sulla bellissima ragazza che vende vasellame al mercato, Rhys comprende di non avere scampo: lei è Joan, costretta dalle circostanze ad accettare l’umile condizione di serva apprendista. Certo Rhys non immagina di rivederla, qualche giorno dopo, ingiustamente punita con la gogna, e per salvarla decide di riscattare il suo contratto. L’attrazione fra loro scocca immediata, tuttavia nella vita di Joan non c’è posto per l’amore ma solo per la promessa di vendetta pronunciata sulla tomba del padre, nei confronti di chi ha causato la rovina della loro famiglia. Eppure quella barriera di orgoglio e determinazione vacillerà, di fronte alla dolce e paziente insistenza di quell’uomo tanto forte nel fisico quanto nell’anima… 

Impressioni:
Chi mi segue penso abbia capito che non amo i medievali però, avendo apprezzato il primo libro di questa serie, non ho potuto fare a meno di prendere anche il secondo. Anche in questo caso Madeline Hunter a mio avviso ha fatto un ottimo lavoro sia dal punto di vista della correttezza storica sia nel proporre due personaggi complessi e coinvolgenti. Ammetto che, durante la lettura, sono andata su Wikipedia a leggermi la storia di Edoardo III e di Mortimer, entrambi presenti nella storia e anche nella parte finale, dove Mortimer viene sconfitto da Edoardo, il libro riporta fedelmente i fatti (ovviamente romanzati e con l’aggiunta del perfido antagonista però tanto di cappello all’autrice). Mi è piaciuto anche per la fedeltà nella descrizione dell’epoca storica, con i servi della gleba, il popolo alla mercè di nobili e cavalieri, le congiure di palazzo, la povertà, la fame, insomma tutti i limiti di un periodo storico che usualmente nei romance viene riportato in modo romantico (ma che ha poco a che fare con la realtà dei fatti). Rhys è un muratore e uno scalpellino, lo avevamo conosciuto nel libro precedente e in questo è, senza ombra di dubbio, il protagonista assoluto della storia. È un uomo retto, disponibile, generoso, onesto e consapevole dei limiti imposti dal suo ceto sociale. È anche un bell’uomo, introdotto a corte grazie alla sua bravura come muratore ed economicamente agiato. Joan è una piastrellaia e all’inizio non ispira molta simpatia, risulta troppo orgogliosa e superba, non dimostra nessuna riconoscenza nei confronti di Rhys e dell’aiuto che le dà ma con il proseguo della storia i motivi del suo comportamento diventano sempre più evidenti tanto da risultare quasi comprensibili. Joan infatti non è una popolana ma la figlia di un barone ucciso durante la devastazione ordinata da Mortimer e dalla regina madre tre anni prima. Lei e il fratello più giovane si sono salvati dal massacro perpetrato da Lord Guy perchè Joan ha accettato di diventare la sua amante ma, da quando sono riusciti a fuggire, si è nutrita dell’odio, del rancore e della sete di vendetta nei confronti dell’uomo e soprattutto di Mortimer. Rhys e Joan appartengono a due ceti sociali lontani mille miglia uno dall’altro ma Rhys al primo sguardo cade preda del classico colpo di fulmine per Joan e credetemi, fa di tutto per lei, è comprensivo, paziente, generoso ed altruista. La ragazza invece è diffidente oltre che psicologicamente danneggiata dal trauma subito durante la strage e per colpa di Guy perciò, oltre a non fidarsi, ha un totale rifiuto per gli uomini e il contatto fisico. Il loro coinvolgimento però è evidente e talmente ben descritto da essere quasi poetico, anche le scene di sesso, presenti ma non predominanti, sono dolci ed appassionate, mai volgari e la delicatezza dimostrata da Rhys è toccante. Nel libro l’autrice è riuscita a dosare in modo perfetto la parte romantica con quella storica relativamente agli scontri per la supremazia sull’Inghilterra senza mai cadere nel tragico a tutti i costi anche se effettivamente entrambi i protagonisti devono affrontare delle prove ardue prima del meritato lieto fine. Da rileggere.

UN ANGELO PROIBITO

Data pubblicazione: 3 dicembre 2016
Titolo originale: Stealing Heaven (2002)
Serie: Medieval – Vol. 3
Collana: I Romanzi Mondadori Passione n° 147
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1340
Sensualità: medio/alta
Lunghezza: 228 pagine
Prezzo eBook: € 3,99
Premi e riconoscimenti della critica: Premio RITA nel 2003 come Miglior Romanzo Storico ( Best Long Historical Romance ).

Sinossi:
Un uomo del re non dovrebbe mai lasciarsi tanto condizionare da un bacio dato in un giardino… Eppure, per Marcus di Anglesmore, il profumo inebriante e il calore irresistibile del corpo stretto furtivamente nella notte precedente sono stati molto più che una tentazione. Tra le sue braccia, però, non è caduta Genith, la dolce vergine innocente che gli è stato ordinato di sposare, bensì Nesta, sua sorella maggiore… Una giovane di ben altri costumi, una delle favorite di re Edoardo. Insomma, un infernale pasticcio! Mentre le sorti di due nazioni sono in ballo, la pace sperata è in balia di antiche promesse e di animi in preda alla passione.

Impressioni:
Questa storia mi ha coinvolto meno rispetto alle due precedenti, l’ho trovata eccessivamente melodrammatica, a tratti noiosa e tirata troppo per le lunghe. Nesta per tutto il libro è preda delle sue pulsioni sessuali nei confronti di Marcus, è quella che tira le fila dei rivoltosi gallesi contro gli invasori inglesi e vuole far sposare Genith con uno degli eredi legittimi al trono scozzese così da unire le due fazioni e vincere il nemico comune ma allo stesso tempo è tutto un tira e molla a causa dei suoi sensi di colpa per quello che prova nei confronti di Marcus, uomo fidato di Re Edoardo che dovrebbe sposare Genith per mantenere la pace e il controllo in Galles, è accecata dalla sua bellezza, dalla sua sensualità, ama farsi dominare ma poi si fa mille paranoie, si vergogna per la sua debolezza e dopo un po’ tutte queste elucubrazioni mentali vengono a noia. I suoi trascorsi con re Edoardo non vengono chiariti in modo soddisfacente, tutti dicono che è la sua “puttana” ma la cosa è molto nebulosa così come rimane tutto sul vago il matrimonio con un vecchio scozzese, il ritiro in convento dopo la vedovanza e altre cose accennate ma mai spiegate. Marcus invece è un bel personaggio maschile esattamente come quelli dei due libri precedenti, è intuitivo, scaltro, comprensivo nei confronti di Nesta e del suo doppio gioco e, con la sua acuta intelligenza, riesce a salvarle il collo…Sempre interessanti gli sviluppi storici della vicenda, l’unico punto debole di tutto il libro è Nesta che non è riuscita ad ispirarmi una gran simpatia. 

BY ARRANGEMENT

Titolo inedito in italiano
Data pubblicazione: Giugno 2000
Serie: Medieval – Vol. 4
Genere: romance storico
Lunghezza: 389 pagine
Premi e riconoscimenti della critica: All About Romance (AAR) Annual Reader Poll for Favorite Medieval Romance (2001), RITA Award by Romance Writers of America Nominee for First Book (2001)

Sinossi:
Lady Christiana Fitzwaryn non era contraria al matrimonio ma voleva sposarsi con i suoi termini e non come punizione per una romantica indiscrezione e soprattutto non con un comune mercante. Eppure rimane sconvolta quando incontra David de Abyndon per la prima volta che non è un mercante ordinario ma un uomo di straordinario portamento e virilità. David non è minimamente toccato dalla loro differenza sociale e ancor meno dai suoi argomenti ben ponderati contro il loro imminente fidanzamento. Inoltre era Cristiana che si sentiva a disagio alla presenza di questo uomo naturalmente signorile dietro i cui freddi occhi si intuisce la passione. David de Abyndon ha capito il dilemma di Cristiana per il quale anche lui prova una pena segreta. Come può dirle che c’è di più nella loro unione di quanto appare? Come può dirle del suo patto con il re, un patto che ha significato comprare Cristiana a scatola chiusa? In più, ora che ha visto questa bellissima e vivace donna, come può convincerla che l’amore da lei sognato non era per un cavaliere imberbe sul quale ha costruito un romanzo ma tra le braccia di un uomo che può avere comprato il suo corpo ma nell’affare ha perso il cuore e l’anima? 

LA SIGNORA E LA SPADA

Data pubblicazione: 2004
Titolo originale: The Protector (2001)
Serie: Medieval – Vol. 5
Collana: Euroclub
Genere: romance storico
Lunghezza: 339 pagine
Disponibilità: usato
Premi e riconoscimenti della critica: All About Romance (AAR) Annual Reader Poll for Favorite Medieval Romance (tie) (2002)

Sinossi:
La prima volta che Morvan posa gli occhi su di lei, Lady Anna ha un’armatura addosso, una spada sguainata in pugno e un drappello di armigeri ai suoi ordini. Eppure, nonostante sia ben lontana dall’ideale di dolce castellana che il cavaliere predilige, l’attrazione che quella strana ragazza gli suscita è immediata e profonda. D’altronde, da tutta la sua gente Anna De Leon è più che amata, è venerata, tanto che la definiscono “Santa” per il suo coraggio nel difenderli e la sua abnegazione nel curarli. E perché intende ritirarsi in convento non appena i suoi impegni di “signore” del feudo glielo consentiranno. Lady Anna infatti aborrisce il matrimonio, odia le faccende femminili, non prova alcun interesse per gli affari di cuore e gli uomini in genere… anche se il bellissimo sconosciuto giunto malato al castello ha il potere di destare in lei sensazioni nuove e stupefacenti. Per quanto la riguarda, comunque, tutto potrebbe concludersi in un turbine di emozioni da dimenticare dopo la partenza di lui. Ma Morvan ha bel altri progetti. Il suo spirito cavalleresco e sentimenti sempre più profondi lo spingono a ergersi paladino di quella audace donna che si riufiuta di comportarsi come tale, ed è pronta a difendere a caro prezzo le sue terre e se stessa dagli agguati di vecchi nemici… e dalle lusinghe del nuovo, affascinante alleato.

LORD OF A THOUSAND NIGHTS

Titolo inedito in italiano
Data pubblicazione: Gennaio 2002
Serie: Medieval – Vol. 6
Genere: romance storico
Lunghezza: 384 pagine

Sinossi:
Chiamato il Signore delle Mille e una notte, Ian di Guilford è famoso sia per le sue gesta in camera da letto che sul campo di battaglia. Ma Lady Reyna Graham non aveva idea di questo quando, travestita da cortigiana, passa dietro le linee nemiche con un piano disperato per salvare il suo popolo.
Ora, seduta nella tenda del guerriero vergognosamente bello che comanda l’esercito fuori dalle sue porte, la bella vedova improvvisamente si rende conto che ha sottovalutato il nemico.
Reyna si trova in compagnia di un uomo al cui fascino si dice essere impossibile resistere … il quale non avrebbe mostrato alcuna pietà nell’assediare il suo cuore e il suo corpo con ogni arma sensuale del suo arsenale.
Per il bene del suo popolo, non deve cedere … e deve in qualche modo trasformare questo leggendario amante che non ha mai donato il suo cuore in un uomo che vorrebbe scambiare le sue mille notti per una sola con lei…

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

Lascia un commento

Your email address will not be published.