Set 16 2017

Settembre 2017 Recensioni Romance

COSA HO FATTO PER AMORE DI SUSAN ELIZABETH PHILLIPS
Data pubblicazione: 31 Agosto 2017
Titolo originale: What I did for love (2009)
Serie: Wynette, Texas – Vol. 5
Editore: Leggereditore
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Los Angeles, Stati Uniti, oggi
Livello di sensualità: warm
Lunghezza: 349 pagine
Prezzo: ebook € 4,99 cartaceo € 12,67
Sinossi:
Per Georgie York, un tempo la protagonista di una delle sitcom preferite dagli americani, è proprio un periodo no. La sua carriera cinematografica è in stallo e dover badare a suo padre la sta facendo letteralmente impazzire. Per di più, suo marito l’ha appena lasciata… Un bel danno d’immagine per una delle attrici più amate dal grande pubblico. In un momento del genere, andare a Las Vegas e imbattersi nel suo ex collega, il detestabile ma fascinoso Bramwell Shepard, sarebbe stata per chiunque la peggiore delle soluzioni. Ma Georgie non è una donna come le altre, la sua vita è uno straordinario e inestricabile groviglio di guai. Quando ai suoi però si aggiungono quelli di Bramwell Shepard, la situazione diventa a dir poco esplosiva, perché i destini dei due ex rivali sono più legati di quanto loro stessi avessero mai sospettato. 

Impressioni:
Prima di parlare del libro è d’obbligo una premessa: negli anni ’90 il telefilm più seguito era sicuramente Friends, io lo adoravo, conosco praticamente a memoria tutte le puntate, la coppia Rachel / Ross è senza dubbio quella che più mi ha fatto sognare (e penare) per non parlare del matrimonio tra Jennifer Aniston e Brad Pitt sul quale ho sognato e sospirato un bel po’, sembrava una favola diventata realtà fino all’arrivo dell’odiata Angelina Jolie che ha fatto saltare tutto rubando il marito alla Aniston e guadagnandosi il mio odio eterno (ebbene sì, sempre e comunque team Aniston anche dopo tanti anni…). Cosa centra tutto questo con il libro? Beh, leggendolo è evidente da dove la Phillips ha preso spunto e dove vanno le sue simpatie (team Aniston anche lei ovviamente). Georgie era la co-protagonista della più famosa sit-com americana insieme a Bram fino a quando il ragazzo, con uno scandalo a luci rosse, ha fatto saltare tutto facendola chiudere anticipatamente. Da allora la sua carriera non ha fatto passi da gigante anzi inoltre è stata sposata con l’uomo dei suoi sogni (e dei sogni di milioni di donne visto che anche lui è un famoso attore) fino a quando una delle attrici più talentuose di Hollywood glielo ha portato via (stavano girando un film insieme…) lasciandola annichilita dal dolore. Che fare per tornare sulla cresta dell’onda, far vedere a tutti che non sta soffrendo come un cane e trovare finalmente una parte che la soddisfi? Trovare un altro marito ovviamente e fingere perchè siamo nella mecca del cinema e tutti fingono, tutti sfuggono ai paparazzi quando fa loro comodo, tutti pensano alla loro immagine prima che al resto e tutti non aspettano altro che un nuovo scandalo. Peccato che l’uomo con cui si ritrova sposata sia l’odiato Bram, quello che ha fatto chiudere la sit-com, quello che l’ha fatta impazzire per otto anni o giù di lì, il suo primo amore e quello che l’ha ferita più di chiunque altro. Ritrovarsi a dover fingere di amarsi è difficile, c’è molto in gioco, le loro carriere, il loro futuro e la loro sanità mentale ma il viaggio alla ricerca della felicità raccontato dalla Phillips è entusiasmante, intrigante e fa sognare ancora una volta. Ritroviamo inoltre personaggi amati che abbiamo conosciuto in altri libri come April Robillard e Jack Patriot (Seduttore dalla nascita), Fleur, Jake e Meg Koranda, che qui ha 26 anni (Glitter Baby). Per tutte le amanti di Ross e Rachel di Friends questo è un libro da non perdere.
LADY O DI CHARLOTTE LAYS
Data pubblicazione: 27 ottobre 2016
Editore: autopubblicazione
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: New York, Stati Uniti, oggi
Livello di sensualità: hot
Lunghezza: 378 pagine
Disponibilità: il libro sarà disponibile nella collana Harmony Passion dal 28 Settembre 2017
Sinossi:
Lady O, dove O sta per Orgasm, firma sul NY Times una rubrica ironica e assolutamente pungente su sesso e problemi sentimentali. Olyvia Cardoso, la scrittrice che si nasconde dietro lo pseudonimo, è invece una giovane donna fragile e con un difficile passato, fatto di vessazioni in collegio, di disturbi alimentari e di una madre crudele. Per fortuna al suo fianco ha le sue sei migliori amiche, che rappresentano per lei la famiglia, visto che su quella vera non ha mai potuto contare. Un giorno, una serie di sfortunati eventi, la portano a incappare in Gerard Gordon, un luminare di neurochirurgia ma anche una delle cause della sua sofferenza negli anni dell’adolescenza. L’affascinante medico sembra pentito, ma ciò che Liv ha vissuto è troppo per poterlo dimenticare. Tuttavia, gli incontri con Gerard si fanno più frequenti, e in lei qualcosa cambia. A partire dal nuovo taglio di capelli. L’attrazione verso Gerard la fa sentire estremamente vulnerabile, ma allo stesso tempo la catapulta dentro emozioni che credeva esistessero solo tra le pagine dei libri. Il passato, però, si frappone di nuovo tra loro e l’emergere di nuovi segreti sembra voler minare ancora una volta la loro relazione, finché un colpo di scena darà un tale scossone alle vite di entrambi che ogni cosa troverà all’improvviso il proprio posto. A cominciare dalla passione e dall’amore.
Impressioni:
Le sole cose che si salvano di questo libro sono le risposte velenose, ironiche e salaci che Lady O scrive ai lettori della sua rubrica sul sesso e i problemi sentimentali, tutto il resto è un polpettone melodrammatico simil telenovella brasiliana inframmezzato da qualche banale e poco coinvolgente interludio sessuale. Olyvia è una donnetta debole, codarda e piagnona, capisco che una persona che ha subito atti di bullismo da adolescente possa sviluppare una bassa stima di sè ma a 26 anni e con alle spalle ore ed ore di analisi un po’ di coraggio si riesce a trovarlo ed invece Olyvia non sa fare altro che commiserarsi e auto flagellarsi. E’ vessata da una madre più psicopatica della matrigna di Cenerentola però quando viene violentemente attaccata non ha il minimo accenno di ribellione, si sente inferiore alla bellissima sorella e in generale a qualsiasi donna, non ha la minima esperienza sessuale però scrive con successo libri erotici e cura una rubrica sul sesso, insomma è tutto un assurdo controsenso. Il padre di Olyvia è un emerito vigliacco che non l’ha mai difesa ma lei lo adora, la psicologa che la segue è una cerebrolesa, le sue fantastiche amiche sono, nell’ordine, bellissime, ricchissime (come lei), di successo, buone, comprensive e protettive nei suoi confronti. Gerard, il fantastico neurochirurgo, arriva direttamente dal set di Grace Anatomy, è splendido, affascinante, sexy, comprensivo nei confronti di Olyvia, la tratta come se fosse fatta di porcellana, la venera e la protegge, le concede tutto lo spazio di cui ha bisogno dimostrando la pazienza di un santo, il tutto un attimo dopo averla incontrata nuovamente a distanza di non so quanti anni. Sono delle situazioni e dei personaggi così irreali e banali che a tratti ero allibita da ciò che stavo leggendo. Olyvia poi ha una passione per il libro “Il cavalliere d’inverno” di Paullina Simmons e deve assolutamente vivere una storia d’amore perfetta come quella. Forse l’autrice avrebbe dovuto prendere spunti da quel libro su come si scrive una storia perlomeno vagamente credibile invece di vaneggiare su principi azzurri, dichiarazioni eclatanti e nuvolette rosa. Ok, è un romance però un minimo di impegno e un po’ di originalità bisogna pur metterceli.
HERO DI SAMANTHA YOUNG
Data pubblicazione: 5 Settembre 2017
Titolo originale: Hero (2015)
Serie: Hero – Vol. 1
Editore: Newton Compton Editori
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Boston, Stati Uniti, oggi
Livello di sensualità: hot
Lunghezza: 416 pagine
Prezzo: ebook € 4,99 cartaceo € 9,41
Sinossi:
Suo padre è sempre stato un eroe per Alexa Holland, finché non ha scoperto che lei e sua madre non erano la sua unica famiglia. Da allora, Alexa si è impegnata a dare una nuova direzione alla sua vita e a plasmare la propria identità distaccandosi il più possibile dai suoi terribili segreti. Ma un giorno incontra un uomo che è stato danneggiato quanto lei dalle bugie di suo padre, e sente che deve aiutarlo. Caine Carraway non vuole avere niente a che fare col desiderio di redenzione di Alexa, ma non è facile allontanarla. Tenta in tutti i modi di farsi odiare, portandola al limite della sopportazione perché decida da sola di lasciarlo in pace. Ma le sue azioni finiscono solo per avvicinarli, e malgrado tutto, tra di loro scoppia una passione intensa ed esplosiva. Ma Caine sa che non potrà mai essere il principe azzurro che Alexa ha sempre voluto. Quando si troveranno sull’orlo del baratro, Caine capirà di essere disposto a tutto per impedire che qualcuno li ferisca di nuovo.
Impressioni:
Ho iniziato il libro senza troppe aspettative e, arrivata a circa la metà, l’ho mollato per raggiunto limite di noia mortale. Questi cosiddetti romance / new adult hanno veramente stancato, le dinamiche sono sempre le stesse, ragazzi e ragazze con un passato tragico, un presente complicato e vagonate di segreti destabilizzanti. Alexa, come la maggio parte di quelle che l’hanno preceduta nei vari libri fotocopia fin qui pubblicati, è quella che ama di più e che annulla se stessa nel tentativo di “salvare” emotivamente l’oggetto del suo folle ed infelice amore…non so voi ma io personalmente non ne posso più di queste donne zerbino. Caine è il solito figo, ricco e stronzo, Alexa riceve sul lavoro lo stesso trattamento di Anne Hathaway ne “Il diavolo veste Prada” e a livello personale non ne parliamo, il maschione Alpha è disponibile solo per una storia di sesso (che novità!) perchè è incapace di amare e lei sopporta l’impossibile nella speranza di fargli cambiare idea. Il punto è che la madre di Alexa ha fatto lo stesso con il padre e lei si era ripromessa di non cadere negli stessi errori ed invece si riduce ad un’ameba balbettante dalla mente offuscata a causa del sesso strepitoso che finalmente riesce a fare…e questa sarebbe una donna tosta come viene continuamente indicata? E’ l’apoteosi del calcio in culo agli anni e anni di battaglie femminili per avere il giusto riconoscimento e rispetto. Che altro dire, sono andata a leggermi i capitoli finali tanto per metterci una pietra sopra e scopro che l’autrice ha anche inserito una ridicola sottotrama simil suspense, poi l’ho archiviato con un filino di comprensibile rabbia per il tempo inutilmente sprecato.
NEL CUORE DELLA TORMENTA DI SUZANNE BROCKMANN
Data pubblicazione: Gennaio 2008
Titolo originale: Into the storm (2006)
Serie: Troubleshooters Vol. 10
Editore: Leggereditore
Genere: romantic suspense
Ambientazione: Stati Uniti, oggi
Sensualità: medio/alta
Numero pagine: 374
Disponibilità: usato
Sinossi:
In uno sperduto, gelido angolo del New Hampshire, è in corso una dura seduta di addestramento tra le truppe speciali d’assalto dei Navy SEAL americani e gli esperti di una società specializzata nel settore sicurezza. Tra il sottufficiale Mark Jenkins e la bellissima agente speciale Lindsey Fontaine nasce una passione nascosta che potrebbe andare ben al di là di una semplice notte d’amore. Ma quando Tracy Shapiro, una giovane e inesperta segretaria che stava recitando il ruolo di ostaggio durante un’esercitazione, svanisce nel nulla, i due dovranno mettere da parteil loro controverso rapporto per ritrovarla e metterla in salvo, mentre una terribile tempesta minaccia l’incolumità di tutti… Tutta la squadra, alle prese con un serial killer imprevedibile, sarà duramente messa alla prova dalle avverse condizioni metereologiche, e si troverà a dover superare ostilità e incomprensioni sentimentali per portare in salvo uno dei suoi membri…
Impressioni:
La storia raccontata nel libro sarebbe stata interessante e coinvolgente se fosse stata affrontata in modo completamente diverso dando spazio principalmente all’indagine per individuare il serial killer e alla coppia Mark/Lindsey. Invece è tutto tirato un po’ troppo per le lunghe oltre che essere eccessivamente corale infatti ci sono talmente tanti personaggi e storie intrecciate (con riferimenti ai libri precedenti) che mi sono sentita talvolta confusa ma soprattutto non sono riuscita a sentirmi realmente coinvolta nelle dinamiche della coppia principale. Probabilmente dovrei rileggermi la serie dall’inizio però non ha molto senso visto che hanno pubblicato in italiano i primi due per poi passare all’ottavo, pubblicarne altri tre ed infine interrompere tutto. A quanto sono riuscita a capire i libri sono molto collegati tra di loro perchè i personaggi vengono riproposti perciò la confusione è assicurata. Comunque la coppia Mark e Lindsey è carina, per quello che ci è dato di conoscerla in quanto manca un vero e proprio approfondimento. Contemporaneamente viene raccontato una specie di triangolo tra Sophia, Decker e Dave. Tutti e tre lavorano per la Troubleshooters, Sophia ha un passato tragico e misterioso, Decker ne ha fatto parte per un breve lasso di tempo e si sente in colpa per non so quale motivo mentre Dave è segretamente innamorato della donna ma, da bravo migliore amico della stessa, l’aiuta, la protegge e cerca di fare in modo che Deck e Sophia trovino insieme la felicità visto che sembra sia questo ciò che lei vuole. Devo dire la verità, non ne ho capito un gran che! L’altro triangolo è quello formato da Tracy, Izzy e Lyle. Tracy è fidanzata con Lyle, un traditore seriale, così lei cambia città e va a lavorare come centralinista alla Troubleshooters per tenerlo sulla corda. Mark inizialmente ha una cotta per lei e la vuole come madre dei suoi figli però lei non lo considera, sa che prima o poi tornerà con Lyle perchè le garantisce una sicurezza economica e perchè non vuole restare sola. In generale è la classica oca bionda, incapace di imparare ad usare perfino un telefono e abile solamente a civettare. Per vendicarsi di Lyle decide di fare sesso con qualcuno e sceglie Izzy, SEAL e ottimo amico di Mark però le cose si complicano quando viene rapita. Devo dire che con il coraggio che riesce a dimostrare in quel frangente si riscatta per quanto riguarda il suo modo di essere e anche con Izzy le cose potrebbero evolvere in modo diverso però viene tutto rinviato ai libri successivi (che non leggeremo mai). Nel mezzo ci sono molti altri personaggi sia della squadra dei SEAL che della Troubleshooters e ricordarsi tutti i nomi mi è risultato praticamente impossibile così ho rinunciato. La parte suspense legata ad un serial killer che fa a pezzi le sue vittime sarebbe stata interessante se approfondita invece l’autrice ha perso fin troppo tempo descrivendo non una bensì due esercitazioni tra le due squadre, dilungandosi con dialoghi spesso criptici, battute probabilmente ironiche ma che non riuscivo a capire, salti di qua e di là per dar spazio a tutti e riflessioni personali di uno o dell’altro che hanno rallentato l’azione e reso il tutto un po’ noioso. Comunque questi osannati SEAL e i divini Trobleshooters mi sono sembrati piuttosto imbranati nelle situazioni di azione pura e in caso di pericolo, erano troppo preoccupati a farsi la corte l’un l’altro, ad analizzare i loro sentimenti, a lottare contro le gelosie o i sensi di colpa per essere concentrati in ciò che stavano facendo. Boh, nel complesso lo promuovo perchè amo il genere però i libro della Stuart e della Howard sono tutta un’altra cosa.

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

2 comments

  1. Per quanto riguarda la Brockmann due cose:

    – Izzy non si mette con Tracy, ma si innamora di Eden, la sorella di Danny, un suo compagno di squadra, e la loro storia è Breaking The Rules, ultimo libro della saga Troubleshooters

    – Tracy invece si mette con Decker in Dark of Night, quattrodicesimo libro della saga Troubleshooters, mentre Sophia si innamora di Dave,…

    1. Lo avevo letto dalle trame dei libri successivi ma avevo tralasciato di fare troppi spoiler…comunque sono contenta per la coppia Sophia e Dave
      Ale

Lascia un commento

Your email address will not be published.