Serie Angeli Caduti di Mary Jo Putney

serie-angeli-caduti-1In questi giorni mi sto dedicando ad una serie che avevo messo in lista ma della quale avevo sempre rimandato la lettura cioè la serie Angeli Caduti o Fallen Angels di Mary Jo Putney. Della Putney avevo letto solo un paio di libri cioè Scherzi del destino e Incontrarsi e poi che ho adorato, è uno dei miei DIK e anche questa serie si sta rivelando una bellissima sorpresa. Racconta di quattro uomini la cui amicizia risale ai tempi di Eton e ad altri personaggi a loro collegati. La Putney ha scritto moltissimi libri perciò è un po’ complicato fare un post unico delle sue opere così ogni tanto vi farò conoscere una delle sue serie.
Enjoy

Mary Jo Putney, dopo gli studi e la laurea in letteratura inglese e in design industriale e le successive esperienze lavorative in California e Inghilterra come progettista, non immaginava davvero che un giorno il suo sogno più grande si sarebbe realizzato: diventare scrittrice. È bastato però il casuale acquisto di un computer necessario per la sua attività grafica, per scoprire che era proprio quello lo strumento che ancora le mancava per realizzare le sue fantasie e, con un pizzico di incoscienza e tanto entusiasmo, si è lanciata nella stesura del suo primo romanzo. Da allora ha conseguito numerosi riconoscimenti letterari per le sue opere. Ora vive a Baltimora, nel Maryland, con la sua gatta Miss Pudge.

Tuono di passione

serie-angeli-caduti-2Titolo originale: Tunder and roses (1993)
Data pubblicazione: 2007 (pubblicato anche nell’antologia “Gli inganni del cuore” nel 2014)
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Galles, 1814 (periodo regency)
Sensualità: warm
Protagonisti: Nicholas Davies (primo angelo) e Clare Morgan
Premi e riconoscimenti della critica: All About Romance DIK (Desert Isle Keeper)

Trama:
Un tempo libertino impenitente, Nicolas Davies, soprannominato conte Demon, è ora un uomo solo e amareggiato. Quando Clare Morgan gli chiede aiuto per salvare il proprio villaggio, Nicolas, non volendo immischiarsi, pone una condizione apparentemente pretestuosa e intollerabile: vivere insieme per tre mesi nel peccato. Ma, al contrario di quanto si aspetta, Clare accetta…
Impressioni:
Molto bello, il protagonista maschile è irriverente, scanzonato, uno zingaro ribelle e anticonformista, segnato dal tradimento del nonno e della moglie ma capace di essere positivo nonostante tutto. Clare è uno donna dai radicati valori religiosi che però non riesce ad essere pia come vorrebbe e sente che la sua parte più passionale è preponderante rispetto a quella che la vorrebbe casta e morigerata. Un bello scontro di personalità. 

Foglie nel vento

serie-angeli-caduti-3Titolo originale: petals in the storm (1994) revisione del romanzo “The controversial countess
Data pubblicazione: 1995 / 2004 (pubblicato anche nell’antologia “Gli inganni del cuore” nel 2014)
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1814 (periodo regency)
Sensualità: warm
Protagonisti: Rafe Whitbourne (secondo angelo) e Margot Ashton

Trama:
Maestro nell’arte della seduzione, Rafe Whitbourne, duca di Candover, si è guadagnato la reputazione di libertino nei budoir di tutta l’aristocrazia inglese, senza mai concedere la sua mano o il suo cuore.
Poi un’importante missione politica lo porta a Parigi a lavorare con la contessa Madga Janos, la più bella spia d’Europa. Sarà il patriottismo ad unire i due protagonisti in un vortice di passione ed in una ragnatela di intrighi…
Impressioni:
Di questo libro la parte spy mi è piaciuta molto più per il contesto storico (i trattati di pace di Parigi dopo Waterloo) che per l’abilità delle spie. Anche dal lato romance l’ho apprezzato principalmente perchè la storia d’amore riguarda due persone adulte e consapevoli con un notevole bagaglio sulle spalle di dolore ed errori dovuti ad uno stupido malinteso e al troppo orgoglio. In pratica il libro parla di seconde opportunità che qualche volta la vita regala e che vanno afferrate senza indugio. 

Lord Lucifero

serie-angeli-caduti-4Titolo originale: Dancing on the Wind (1994) 
Data pubblicazione: 2004 (pubblicato anche nell’antologia “Gli inganni del cuore” nel 2014)
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1814 (periodo regency)
Sensualità: warm
Protagonisti: Lucien Fairchild (terzo angelo) e Kit Travers
Premi e riconoscimenti della critica: Premio RITA nel 1995 come Miglior Romanzo Storico (Best Long Historical Romance); All About Romance DIK (Desert Isle Keeper)

Trama:
Lord Strathmore, detto “Lucifero”, è conosciuto per l’incredibile bellezza e la mente diabolica che da anni usa per proteggere il paese dai nemici. Mai ha incontrato una donna la cui abilità all’inganno fosse pari alla sua, finchè non conosce Kit Travers, cacciatasi in un guaio più grosso di lei. Restii a fidarsi l’uno dell’altro, ormai impossibilita a rinunciare ai propri obiettivi, i due uniscono le forse per scovare il marcio che si nasconde dietro la società londinese. Ma nè Lucifero, nè Kit possono ormai negare l’amore che li lega, un sentimento più prezioso della loro stessa vita…
Impressioni:
Mi è piaciuto molto per la storia e il filone giallo ma il tutto viene rovinato alla fine con la lotta un po’ raffazzonata tra i buoni (Lucien, Michael ecc.) contro i malvagi e la solita magra figura fatta dalle donne in queste situazioni.

Il compagno di viaggio

serie-angeli-caduti-5Titolo originale: Angel Rogue (1990) revisione del romanzo Rogue and the Runaway
Data pubblicazione: 1998 / 2006
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1814 (periodo regency)
Sensualità: warm
Protagonisti: Robert (Robin) Andreville  e Maxima Collins
Note: collegato al secondo libro della serie in quanto Robin è l’ex amante di Margot

Trama:
Maxima Collins sapeva difendersi e lottare come un uomo.
Non aveva esitato dunque a mettersi in viaggio verso Londra tutta da sola, incurante dei pericoli.
Ma da quanto aveva incontrato Robert non riusciva più a liberarsene. Il giovane insisteva a farle da scorta.
Doveva accettare? E poteva fidarsi di un uomo così bello?
Impressioni:
Dei quattro che ho letto fin’ora è indiscutibilmente il più bello. Robin, che abbiamo conosciuto nel secondo libro, ex amante di Margot e cugino di Lucien, è un uomo dalle mille facce, segnato nell’anima dalle scelte difficili che ha dovuto prendere come spia ed è caduto in una cupa depressione da quando è tornato in Inghilterra. Maxima è fantastica, una mezzosangue indiana indipendente, fiera, coraggiosa, finalmente una protagonista femminile che non ha niente a che fare con le solite, svenevoli lady inglesi. La storia ruota attorno ad un viaggio a piedi attraverso l’Inghilterra alla ricerca di risposte, di assoluzione, di pace e d’amore. Bellissimo. 

Un marito provvisorio

serie-angeli-caduti-6Titolo originale: Shattered Rainbows (1995) 
Data pubblicazione: 1997 / 2003
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1816 (periodo regency)
Sensualità: warm
Protagonisti: Michael Kenyon (quarto angelo) e Catherine Melbourne

Trama:
A Catherine serviva un marito. E le serviva in fretta…
Catherine Melbourne non credeva alle proprie orecchie. In mezz’ora aveva acquisito un nonno di cui ignorava l’esistenza ed un’eredità che le avrebbe cambiato la vita.
Ma per realizzare il sogno aveva bisogno di un marito, qualcuno che fingesse di essere il padre di Amy. Un uomo solo poteva accettare quel ruolo.
Ma, per convincerlo, avrebbe dovuto mentirgli…
Impressioni:
Mi aspettavo molto poco da questo libro vista la presenza di Michael e ho fatto bene così lo posso archiviare senza prendermela troppo. D’altra parte non posso provare simpatia per un uomo che tradisce il suo migliore amico diventando l’amante della moglie (ma si sa, la colpa è solo delle donne, arriviste, amorali e letali come delle mantidi…) e personalmente l’avrei eliminato senza indugio. Invece Michael viene perdonato da Nicholas e, da vero pusillanime, si innamora di un’altra donna sposata, anche questa bellissima, perchè il poveraccio non sa andare più in là dell’aspetto fisico, e condannata ad un matrimonio infelice. La donna in questione è la solita lady svenevole, senza carattere, abituata ad autocompatirsi e a fare la martire. Insomma, insieme sono perfetti e quando il marito di lei ha l’accortezza di farsi ammazzare, possono finalmente coronare il loro sogno d’amore. Storia nel complesso insulsa e banale, con una parte suspence debole e una lotta finale pietosa. Niente a che vedere con il libro precedente. 

I colori dell’amore

serie-angeli-caduti-7Titolo originale: River of fire (1996) 
Data pubblicazione: 1997
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1817 (periodo regency)
Sensualità: warm
Protagonisti: Kenneth Wilding (comilitone di Michael) e Rebecca Seaton
Note: collegato al quarto romanzo della serie

Trama:
Un volto da pirata, un’anima da poeta: era lui l’uomo del destino per Rebecca?
Kenneth Wilding non può permettersi debolezze. Nella sua carriera di soldato e di spia ha dovuto affrontare molte situazioni spinose.
Ma qui, a Sutton Hall, la sua missione è in pericolo. I suoi pensieri sono per una donna innamorata, una donna che ha fiducia in lui e che lui sta ingannando…
Impressioni:
L’idea di base del libro sarebbe stata interessante, il mondo esuberante degli artisti nel periodo regency, un soldato segnato da lunghi anni di guerra che cerca di salvare le sue proprietà e un probabile omicidio, peccato che il tutto sia risultato piuttosto piatto e monotono, manca a mio avviso un reale coinvolgimento nella storia e, a voler essere sinceri, Kenneth che viene assoldato da un ricco nobile per indagare sulla morte della ex fidanzata in cambio delle cambiali è un po’ troppo romanzesco. In alcune parti mi sono ritrovata ad alzare gli occhi al cielo per la stupidità dei due protagonisti, dal farsi beccare in una posizione compromettente alla prima uscita in società alla fuga disperata di lei da una festa che finisce per essere quasi violentata da tre balordi è troppo da sopportare. Per non parlare dello scontro finale abbastanza patetico dove anche Kenneth, con tutta la sua esperienza in guerra, mi sembra un novellino alle prime armi. Rebecca nel complesso non mi ha ispirato molta simpatia, è quasi sempre lei che cerca di portarsi a letto Kenneth ma poi lo colpevolizza e dal canto suo Kenneth me lo sarei aspettato molto più freddo, controllato, deciso, un vero soldato ed invece si fa troppo trascinare dall’irruenza della ragazza, si assume colpe che non ha per alleggerire lei ed è troppo accondiscendente. Anche in questo caso niente a che vedere con il libro di Robin e Maxima.  

Le spine del desiderio

serie-angeli-caduti-8Titolo originale: One perfect rose (1997) 
Data pubblicazione: 2007
Collana: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1818 (periodo regency)
Sensualità: warm
Protagonisti: Stephen Kenyon (fratello di Michael) e Rosalind Jordan
Note: collegato al quarto romanzo della serie

Trama:
Stephen Kenyon, duca di Ashburton, ha sempre onorato i doveri imposti dal proprio rango.
Ma quando scopre di essere gravemente malato, decide di abbandonare tutto e di partire in solitudine.
Però, nell’istante stesso in cui incontra l’affascinante Rosalind, il suo cuore si infiamma.
Potrà dichiararle il suo amore, pur nella consapevolezza che il suo tempo si sta approssimando alla fine?
E Rosalind potrà cedere all’amore per l’uomo che ha sempre sognato, ma che forse non potrà mai essere davvero suo?
Impressioni:
Libro ben scritto e con due protagonisti molto moderni. La malattia di lui è evidente fin dall’inizio da cosa è causata ed è un po’ inverosimile che solo alla fine se ne rendano conto, è impossibile che una persona giovane a cui viene diagnosticata una malattia mortale non si rivolga a vari luminari prima di arrendersi soprattutto se uno è un duca, ricco ed intelligente. Questa è l’unica pecca di un libro che mi ha conquistato per come è stata affrontata la storia d’amore tra Stephen e Rosalind, romantica, talvolta allegra, appassionata e vissuta alla pari, lui non è un arrogante maschio alpha e lei non è una svenevole lady. Bella anche l’ambientazione teatrale. Forse troppo buonista il finale.

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

Lascia un commento

Your email address will not be published.