Sarah MacLean: bibliografia

Autrice:
sarah maclean 1 (Custom)

Sarah MacLean è autrice di romance storici che sono stati tradotti in più di venti lingue, e che si sono imposti all’attenzione del pubblico dopo che Sarah si è aggiudicata il primo premio ai RITA Awards come migliore scrittrice del genere di tutta America. Con i suoi libri, in particolare, Sarah è diventata un’accanita sostenitrice del legame fra studi di genere e studi culturali. Oggi vive a New York con il marito e una bellissima figlia. Per contattare Sarah potete visitare il suo sito: www.sarahmaclean.net

SERIE “LOVE BY NUMBERS”

Nove regole da ignorare per farlo innamorare

sarah maclean 2 (Custom)Data Pubblicazione: Maggio 2014
Titolo Originale: Nine Rules To Break When Romancing a Rake (2010)
Editore: Leggereditore
Genere: romance storico
Ambientazione: Londra, 1820
Sensualità: medio/alta
Numero pagine: 439
Prezzo: formato cartaceo € 11,90 e-book € 4,99
Premi e riconoscimenti della critica: RITA Award by Romance Writers of America Nominee for Best Regency Historical (2011), Romantic Times Reviewers’ Choice Award (RT Award) for Seal of Excellence (2010), Goodreads Choice Award Nominee for Romance (2010), RITA Award for Best Regency Romance (2011)
Note: potete leggere la recensione QUI

Sinossi:
Una signora non fuma il sigaro. Non cavalca come un uomo. Non tira di scherma e non accetta sfide a duello. Non usa una pistola. Non gioca d’azzardo in un club per gentiluomini. Non bacia appassionatamente… Lady Calpurnia Hartwell ha sempre rispettato le regole, ma le è servito solo a rimanere sola e insoddisfatta. E allora ha giurato dì ignorarle e vivere la vita trasgressiva che fino a quel momento si era negata. Ma per partecipare a ogni festa da ballo, rubare baci di mezzanotte e altri segreti piaceri, Callie ha bisogno di un compagno. Qualcuno che sia esperto nella trasgressione, qualcuno come Gabriel St. John, marchese di Ralston, affascinante oltre ogni dire, con una reputazione pessima e un disarmante sorriso da canaglia. Se non sta attenta, Callie rischia di non rispettare la regola più importante di tutte: quella per cui chi cerca il piacere non deve mai, mai e poi mai, per niente al mondo… innamorarsi. 

Dieci cose da seguire per non farselo sfuggire

sarah maclean 3 (Custom)Data Pubblicazione: Settembre 2014
Titolo Originale: Ten ways to be adored when landing a lord (2010)
Editore: Leggereditore
Genere: romance storico
Ambientazione: Londra, 1823
Sensualità: medio/alta
Numero pagine: 364
Prezzo: cartaceo € 11,90 eBook € 4,99

Sinossi:
Da quando è stato nominato lo scapolo più affascinante di Londra da una popolarissima rivista, Nicholas St. John non ha avuto pace. Perseguitato senza tregua da ogni zitella in cerca di marito, non vede l’ora di fuggire dalle trappole della mondanità. Ma finisce tra le braccia di una delle donne più determinate e deliziose che abbia mai incontrato…
Di famiglia nobile, Lady Isabel Townsend ha troppi segreti e poco denaro. È abituata a cavarsela da sola, ma dopo la morte del padre si ritrova disorientata e bisognosa di aiuto, con un fratello minore da proteggere e cui badare. Lord Nicholas, così peccaminosamente bello e pronto da sposare, si presenta come la sua unica salvezza. Ma neanche il migliore dei piani può prevedere le conseguenze che potrebbe avere il più ingestibile degli imprevisti: l’amore!

Impressioni:
Il libro nel complesso si legge bene solo che mi è sembrato fin troppo costruito a tavolino, manca di spontaneità, le vicende narrate sanno di già visto e sentito, è piuttosto scontato, spesso banale e non sono riuscita a sentirmi coinvolta. Le scene di sesso sono troppo lunghe e noiose, è mancata quella scintilla di eccitazione che ti fa venire voglia di sapere come andranno le cose, quel certo non so ché che ti fa sentire le farfalle nello stomaco e che non ti lascia chiudere il libro finchè non è finito. Forse l’ho letto in un mio periodo no per il romance storico, forse ormai le storie si somigliano un po’ tutte, fatto sta che ho deciso di prendermi una piccola pausa da questo genere letterario prima di leggere il seguito.

Undici sfide da affrontare per domare il suo cuore

sarah maclean 4 (Custom)Data Pubblicazione: Febbraio 2015
Titolo Originale: Eleven scandals to start to win a duke’s heart (2011)
Editore: Leggereditore
Genere: romance storico
Ambientazione: Londra, 1823
Sensualità: medio/alta
Numero pagine: 354
Prezzo: cartaceo € 11,90 eBook € 4,99

Sinossi:
Irruente e testarda, una vera calamita che attrae guai, Juliana Fiori si rifiuta di giocare secondo le regole della società. A causa del suo carattere impulsivo e ribelle è sempre al centro dei pettegolezzi di tutti i salotti di Londra ed è nata per dare scandalo… è esattamente il genere di donna da cui il duca di Leighton vorrebbe stare lontano… anzi, molto lontano. Lo scandalo è l’ultima cosa di cui Simon Pearson ha bisogno, impegnato com’è a mantenere la sua vita privata lontano dalle chiacchiere. Ma quando scopre Juliana nascosta nella sua carrozza, a tarda sera, decide che è il momento che quella sconsiderata signorina impari le buone maniere, ed è determinato a insegnargliele. Ma lei ha altri piani… vuole due settimane per dimostrare che anche un imperturbabile duca non può essere al di sopra della passione.

Impressioni:
Senza ombra di dubbio il più brutto della trilogia. Juliana è antipatica, irritante, una pazza isterica che per tutto il libro continua a lamentarsi perchè le sue origini non sono così altolocate come vuole il Ton, perchè non è mai all’altezza della situazione, perchè mette in imbarazzo se stessa e la sua famiglia con le sue figuracce però allo stesso tempo ci tiene a dare scandalo, è un continuo contraddirsi. Dal punto di vista caratteriale è incomprensibile, detesta Simon ma anche no, lo vuole ai suoi piedi ma non ne è sicura, vuole fargli scoprire la passione ma non ha idea nemmeno lei di cosa sia e soprattutto è una che non ci pensa due volte ad andare a letto con un uomo fidanzato e in procinto di sposarsi perchè vuole una notte da ricordare, decisamente non un bel personaggio. All’inizio l’autrice aveva reso le cose almeno un po’ divertenti ma poi è scaduta sempre di più nel melodramma, cosa che detesto. Simon è un puritano, bacchettone, fissato con le regole e la reputazione impeccabile, un personaggio odioso, un traditore visto che non ci pensa due volte a darsi da fare con Juliana nonostante il fidanzamento ma la cosa peggiore di tutte è che ha voltato le spalle alla sorella caduta in disgrazia quando professava di adorarla, veramente un tipo affidabile. Insomma due protagonisti tra i peggiori che abbia mai letto, una storia che diventa via via sempre più noiosa, irrealistica e che di romance storico ambientato in epoca regency non ha praticamente nulla. 

SERIE “THE RULES OF SCOUNDRELS”

Un irresistibile furfante

sarah maclean 5 (Custom)Data pubblicazione: gennaio 2015
Titolo originale: A Rogue by Any Other Name (2012)
Collana: I Romanzi Mondadori Classic n° 1104
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, 1821-1831
Sensualità: warm
Prezzo: eBook € 3,99
Premi e riconoscimenti della critica: Premio RITA nel 2013 come Miglior Romanzo Storico
Note: Un irresistibile furfante è il primo titolo della serie The rules of scondrels che conta 4 libri di cui l’ultimo pubblicato a Novembre 2014. I protagonisti sono quattro aristocratici travolti ciascuno da uno scandalo ed esiliati dalla buona società che si sono rifatti una vita diventando delle leggende nel sottobosco di Londra e dell’amore che sarà così potente da domare le tenebre e far ritornare questi angeli caduti alla luce.
Sinossi:
Sono passati dieci anni da quando il giovane marchese di Bourne ha perso tutto al gioco. Ora, divenuto comproprietario della bisca più famosa di Londra, è determinato a riprendersi l’eredità e vendicarsi. Per questo deve sposare lady Penelope Marbury, il cui padre possiede non solo le terre che gli appartenevano ma anche le informazioni necessarie a distruggere l’uomo che lo ha rovinato. Per Penelope, che ci ha rimesso la reputazione quando il fidanzato l’ha respinta, Bourne rappresenta l’accesso a un mondo di piaceri inesplorati. Per Bourne, lei è solo una pedina del suo piano, non aspettandosi certo di ritrovarsene poi innamorato….
Impressioni:
Libro nella media anche se personalmente non capisco come abbia fatto a vincere il premio RITA. Se devo dire la verità non mi ha entusiasmato la trama, provo un leggero disprezzo verso i giocatori d’azzardo e non capisco come si possa far passare per un errore giovanile il perdere tutte le proprie fortune a carte per poi incolpare la persona che è stata abbastanza furba da fregarti e cercare vendetta per ben nove anni. Non solo, per raggiungere il proprio scopo Bourne non esita a servirsi e a rovinare i suoi due migliori amici di sempre a cui ha voltato le spalle senza una spiegazione molti anni prima. Come potete capire il protagonista maschile non mi è piaciuto un gran che e nemmeno la protagonista femminile a dir la verità in quanto le donne di ventotto anni ingenue e credulone come delle quindicenni non sono proprio nelle mie corde. C’è qua e là qualche sprazzo interessante grazie ad alcune discussione frizzanti tra Michael e Penelope ma troppo poco per andare oltre la sufficienza.

La colpa e il desiderio

letture luglio 2016 3 (Custom)Data pubblicazione: luglio 2016
Titolo originale: One Good Earl Deserves a Lover (2013)
Serie: Rules of Scoundrels – Vol. 2
Collana: I Romanzi Mondadori Classic n° 1131
Genere: romance storico 
Ambientazione: Inghilterra, 1831 
Sensualità: warm
Lunghezza: 270 pagine
Prezzo: ebook € 3,99
Sinossi:
Bionda, occhialuta, bizzarra, la giovane lady Philippa Marbury ama i libri e le scienze, rifuggendo qualunque altro tipo di passione. La sua vita sembra aver trovato il giusto equilibrio: sta per sposare un normalissimo fidanzato e insieme a lui vivrà dedicandosi ai suoi cani e ai suoi studi. Prima di compiere il grande passo, però, Philippa ha deciso che vuole sperimentare ciò che non ha mai provato: per far questo ha bisogno di qualcuno che la guidi per i vicoli più oscuri di Londra… Una canaglia come Cross, insomma, scaltro proprietario di una famigerata sala da gioco. Sotto i panni del fiero libertino, però, palpita un sentimento diverso e incontrollabile…
Impressioni:
Nella prima parte il libro mi piaceva, la storia che si andava sviluppando era accattivante e coinvolgente, Pippa risultava una giovane lady simpatica, concreta, scientifica nelle sue osservazioni e nelle sue ricerche mentre Cross era ombroso, chiuso in se stesso, senza nessuna intenzione di collaborare con la ragazza per rispondere alle sue domande sul lato fisico di una relazione e i loro scambi verbali erano convincenti ma poi pian piano diventa sempre più lento, legnoso, si butta tutto troppo sul drammatico, è tutto un “non sono all’altezza, non sono degno di te, meriti di meglio” e via dicendo fino ad arrivare al solito ricatto e a lui che decide di sacrificarsi per salvare l’amata. Insomma, mi si è trasformato in un polpettone privo di ironia e soprattutto troppo scontato, si sapeva già prima di leggere un passaggio cosa avrebbe detto lui, cosa avrebbe risposto lei e come si sarebbe sviluppata la trama proprio perché fin troppo simile a tante altre storie. Peccato, un’occasione persa, non so se continuerò a leggere la serie visto che i futuri protagonisti non mi ispirano un gran che.

Una verità per il Duca

Data sarah maclean 7 (Custom)pubblicazione: 6 Aprile 2017
Titolo originale: No good Duke goes unpunished (2013)
Serie: Rules of Scoundrels Vol. 3

Collana: I Romanzi Mondadori Classic n° 1147
Genere: romance storico
Ambientazione: Londra, Inghilterra, 1819 – 1831
Livello di sensualità: warm

Premi e riconoscimenti della critica: Premio RITA nel 2014 come Miglior Romanzo Storico (Best Historical Romance); Premio Reviewer’s Choice Award di Romantic Times nel 2013 come Romanzo Storico dell’Anno (Historical Romance of the Year); All About Romance DIK (Desert Isle Keeper)

Sinossi:
Accusato dodici anni prima di aver ucciso la fidanzata del padre, Mara Lowe, alla vigilia delle nozze, William Harrow, duca di Lamont, noto con il soprannome di Temple, non ha mai più potuto condurre una vita da aristocratico. La sua fama è però cresciuta negli angoli bui della fumosa Londra, grazie al successo dell’Angelo Caduto, il suo casinò. In realtà, Mara Lowe era scomparsa senza lasciare traccia per non essere costretta a sposare il vecchio duca, ma ora è tornata per salvare il fratello dai debiti contratti proprio nel casinò di Temple. E quale palpitante verità potrà ancora rivelare Mara Lowe al cuore del duca?
Impressioni:

Personalmente non sono mai rimasta completamente soddisfatta dai libri della MacLean però questa volta la promuovo a pieni voti perché è riuscita a scrivere una storia che si discosta dalle solite dinamiche dei romance storici con una protagonista che è anche la “cattiva” del libro. Mi è piaciuta la tensione che è riuscita a trasmettere, mi sono piaciuti i protagonisti e mi è piaciuto anche il maialino dormiglione. In genere quando leggo una storia non amo molto le bugie tirate per le lunghe, i fraintendimenti e le omissioni però qui sono assolutamente giustificate. Mara a 16 anni è stata promessa in sposa ad un duca che è tre volte più vecchio di lei, vedovo, anche in questo caso tre volte, perciò si avvia verso il quarto matrimonio e ottimo amico del padre di Mara, un uomo malvagio che, fin da quando erano piccoli, ha punito duramente i figli e che, quando la madre ha trovato finalmente il coraggio di difenderli dalle violenze, è stata ferita da lui con un coltello, una ferita che l’ha portata ad una morte atroce per un’infezione. Potete ben immaginare che Mara sia terrorizzata dall’idea del matrimonio con un uomo che, a tutti gli effetti, potrebbe essere uguale se non peggiore del padre così si inventa un piano per riuscire a fuggire e lo porta a compimento, peccato che a subirne le conseguenze sia Temple. Personalmente ho ammirato il suo coraggio, la sua forza di volontà e anche la sua scaltrezza, per una volta una ragazza che si ribella al suo destino, prende in mano le redini della sua vita e agisce per se stessa. E’ ovvio che ci possono essere quelli che io chiamo “danni collaterali” ma se devo salvare me stessa a discapito di un altro non ci penso sopra nemmeno due volte. E’ un modo di vedere egoistico e mercenario? Probabilmente però ho imparato con l’esperienza che nella vita si fanno strada i furbi a discapito degli ingenui perciò ben venga una protagonista che si sa difendere, che gira con un coltello e che sa spaccare nasi con un pugno. Temple è una brava persona, fisicamente mi ha ricordato Sebastian de “Il lord della seduzione”, si è trovato nel posto sbagliato al momento sbagliato ma alla fine, nei 12 anni che sono passati da quando è stato accusato dell’omicidio di Mara, ha vissuto come ha voluto, si è messo da parte una fortuna, non ha obblighi particolari e può praticare la boxe che tanto ama. Mara è sicuramente tra i due quella che ha maggiori responsabilità visto che dirige un orfanotrofio per i figli illegittimi dei nobili, la struttura naviga in cattive acque da quando il fratello ha perso tutte le sue ricchezze (e anche i soldi di Mara) ai tavoli da gioco perciò la donna deve trovare dei fondi al più presto per pagare le spese. E qui entra in gioco Temple visto che Mara decide di rivelarsi e di fare un accordo, ridargli la sua onorabilità in cambio di denaro. Lei non fa niente per se stessa, l’unico interesse sono i suoi bambini perciò mette in piedi un gioco fatto di poche rivelazioni e svariati sotterfugi in modo da riuscire a mantenere su di sé l’attenzione di Temple. Ovviamente poi entrano in campo i sentimenti e tutta la questione sfugge di mano ad entrambi però Mara non perde mai di vista il suo scopo così come Temple che vuole vendetta… Tra le altre cose di Mara ho anche apprezzato il fatto che ha una visuale disincantata del fratello, un essere gretto e fin troppo simile al malvagio padre e che lo lasci al suo meritato destino senza tanto struggersi, diversamente, anche in questo caso, dalla maggior parte dei romance storici dove le pie fanciulle si sacrificano sempre o per i genitori o per i fratelli scapestrati per non dire di peggio. Ciò che alla fine mi è mancato è un maggiore approfondimento degli anni di Mara lontana da Londra, di come ha vissuto, se ha avuto qualche relazione, come ha fatto ad aprire l’orfanotrofio, quando è morto il padre e altri piccoli particolari che avrebbero completato il quadro generale. Anche di Temple avrei voluto più notizie sul padre, su cosa è successo dopo quella notte di 12 anni prima, se aveva ancora dei parenti in vita ecc. La MacLean invece si è concentrata sul qui e ora, su come si possa riuscire ad innamorarsi della persona che ci ha rovinato la vita, su come rinunciare ad una giustificata vendetta e su come darsi una seconda possibilità…e io amo le seconde possibilità nel romance. E adesso non ci resta che attendere il libro di Chase (o meglio Lady Georgiana…sapevo già che era una donna visto che avevo letto da molto le sinossi in inglese) e Duncan West (l’editore)…speriamo di non dover attendere anni prima della pubblicazione.

Lady per sempre

sarah maclean 8 (Custom)Data pubblicazione: 6 Gennaio 2018
Titolo originale: never judge a lady by her cover (2014)
Serie: Rules of Scoundrels Vol. 4
Collana I Romanzi Mondadori Classic n° 1159
Genere: romance storico
Ambientazione: Londra, Inghilterra, 1831
Livello di sensualità: warm
Prezzo: ebook € 3,99
Lunghezza: 376 pagine

Sinossi
Lady Georgiana Pearson ha inseguito giovanissima un sogno d’amore presto tramontato, che però le ha lasciato l’adorata figlioletta Caroline. Da allora Georgiana, affrancata dalle illusioni della passione, ha costruito nell’ombra un’esistenza molto particolare, il cui segreto è gelosamente custodito. Ma per il bene di Caroline, Georgiana si vedrà costretta ad affrontare ancora una volta il disprezzato ton per procurarsi un marito di facciata. E Duncan West, il famigerato direttore del foglio scandalistico che l’ha messa in quella delicata situazione, sembra avere una proposta per farle raggiungere il suo obiettivo…

ALTRI TITOLI DI SARAH MACLEAN

The season (2009)
Titolo autoconclusivo inedito in italiano

Dark duets (2014)
Antologia di racconti inedita in italiano

SERIE “SCANDAL & SCOUNDREL”

Una gentildonna in cerca di guai

Data pubblicazione: 12 Luglio 2017
Titolo originale: The rogue not taken (2015)
Collana: Grandi Romanzi Storici Special

Trama:
Inghilterra, 1833
Sophie è sempre stata considerata la più quieta delle sorelle Talbot, ma quando durante una soirée sorprende il cognato a tradire la moglie e lo punisce insultandolo e spingendolo in uno stagno, a un tratto diventa il bersaglio del disprezzo del ton. Stanca dell’ipocrisia dell’alta società, di cui è entrata a far parte solo perché il padre ha acquistato un titolo, decide di lasciare la festa e i giudizi superficiali dei suoi invitati. Mentre si allontana incappa in un uomo scalzo che sta chiaramente fuggendo da un incontro amoroso proibito. L’affascinante libertino, che si rivela essere il Marchese di Eversley, rifiuta di darle un passaggio a bordo della propria carrozza, ma Sophie non si dà per vinta e con un espediente monta sul retro della vettura affinché la porti lontano dai suoi guai. Tuttavia l’uomo da cui ha scelto di farsi aiutare ne ha parecchi altri in serbo per lei!

Impressioni:
Il libro per una buona parte è stato veramente valido, la storia era intrigante anche se un po’ irrealistica, la protagonista femminile volitiva e di carattere, il suo disprezzo per l’aristocrazia condivisibile così come King (Marchese di Eversley) è un buon personaggio, un nobile affascinante, un finto libertino dalla sottile ironia, deciso a non farsi incastrare da una delle temibili Spudorate S o Figlie Pericolose, i nomignoli si sprecano per queste Kardashian dell’800 ma ad un certo punto c’è una drastica deviazione verso una drammaticità pomposa e irrealistica oltre che scontata con tanto di dialoghi degni di una telenovella. Ne sono rimasta spiazzata oltre che estremamente delusa, i botta e risposta così coinvolgenti tra Sophie e King scompaiono completamente per lasciare il posto a piagnistei, rivelazioni degne di una tragedia greca, atteggiamenti e decisioni contraddittorie da parte di King, lungaggini inutili e chi più ne ha più ne metta. Una cosa incomprensibile, la parte finale poi è così sdolcinata da rischiare una carie. Ho visto l’ora di metterci una pietra sopra. Speravo che il successivo fosse su un’altra delle sorelle Talbot, ragazze anticonvenzionali, esibizioniste e decise a finire sempre sui rotocalchi a causa di qualche piccante pettegolezzo ed invece no, la protagonista di “A scot in the dark” non si è mai vista mentre lui è l’amico di King, il duca di Warnick e l’ultimo della serie ha per protagonista Seraphina, la sorella più vecchia di Sophie sposata con il duca di Haven (quello beccato con l’amante da Sophie e che ha dato l’inizio alla storia raccontata in questo libro, per intenderci la brava persona che “fornicava” con un’altra donna durante un party mentre la moglie è incinta del loro primogenito…speriamo ne venga fuori qualcosa di buono perchè io i traditori proprio non li sopporto). Ma io dico, e le altre tre sorelle? Perchè fermarsi a tre libri e passare ad un’altra serie? Scelte incomprensibili!

Il quadro di Lily

Data pubblicazione: 10 Marzo 2018
Titolo originale: A scot in the dark (2016)
Serie: Scandal & Scoundrel – Vol. 2
Collana: Harmony Grandi Romanzi Storici Special
Genere: romance storico
Ambientazione: Londra, 1834
Prezzo: € 6,90

Sinossi:
Londra, 1834
A causa del suo passato e delle sue origini scozzesi il Duca di Warnick detesta tutto ciò che è inglese, soprattutto l’aristocrazia. Per questo, nonostante abbia ereditato uno dei più antichi ducati d’Inghilterra, non vuole averci nulla a che fare. A maggior ragione dopo aver appreso che allo sgradito titolo si accompagna anche il ruolo di tutore di una donna troppo indipendente e bella perché lui possa occuparsene. Si reca quindi a Londra con un unico obiettivo: trovarle un marito e farla così diventare il problema di qualcun altro. Sarebbe un piano perfetto, se solo Miss Lillian Hargrove non si trovasse in un grosso guaio e non avesse davvero bisogno del suo aiuto. Costretto a starle accanto per salvarla da un terribile scandalo legato a un quadro, Warnick finirà per scoprire che, dopotutto, in Inghilterra c’è qualcosa che gli piace… anche troppo!

The day of the duchess (Giugno 2017)

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

2 comments

    • Maria calendo on 16/10/2017 at 21:56
    • Reply

    Ciao volevo sapere quando esce il libro in italiano “Never iudge a Lady buona her Cover” grazie per la disponibilità . Maria

    1. Ciao Maria, Never Judge a Lady by Her Cover di Sarah MacLean è dato in pubblicazione dalla Mondadori però una data precisa al momento non c’è, tra la pubblicazione del secondo e del terzo sono passati dieci mesi perciò, visto che il terzo è uscito a maggio 2017, credo si andrà al 2018 (nelle uscite di Novembre non c’è). Speriamo bene!

Lascia un commento

Your email address will not be published.