Recensioni Clivens, Ross, Morsi: Maggio 2018

MISSIONE AMORE DI ELLIE CLIVENS

Data pubblicazione: 13 Marzo 2018
Serie: non è specificato
Editore: autopubblicazione
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Stati Uniti
Livello di sensualità: hot
Lunghezza: 318 pagine
Prezzo: ebook € 2,99 cartaceo € 9,99
Titoli dell’autrice:
Lady Dreams
Miss Disaster
Missione Amore

Sinossi:
Una busta da consegnare: questo l’unico favore richiesto dal capo in cambio di una vacanza. Liberty Sullivan non ha esitazioni nell’accettare, tanto più che New York le pare il posto ideale per un certo… progettino cui tiene parecchio. Purtroppo, niente va come previsto: non solo il destinatario della lettera risulta essere uno scorbutico gigante assai poco cordiale e parecchio distraente coi suoi muscoli in bella vista, ma, un attimo dopo averlo incontrato, tutt’intorno a loro si scatena l’inferno tra raffiche di mitra e schegge che volano ovunque. Sarà Raul “Blade” Gutiérrez, ex Comandante dei Navy SEALs, a portarla in salvo. Peccato che lui la creda un’esca assoldata per ucciderlo, trattandola di conseguenza. Fra indagini, vecchi segreti, parenti impiccioni e spassosi battibecchi, Libby, con la sua dolce innocenza, finirà per toccare il cuore indurito di Blade, ma entrambi si ritroveranno presto a fronteggiare uno spietato nemico che trama nell’ombra… 

Impressioni:
Storia demenziale, è un mix tra un erotico contemporaneo barra chick lit con una spruzzata di suspense poco riuscita. I protagonisti maschili sembrano arrivare dritti dritti da una fanfiction sulla Confraternita Del Pugnale Nero, maschioni testosteronici divinizzati per i loro fantastici muscoli, per i loro attributi enormi, imbattibili tra le lenzuola e perchè sono degli ex SEALS pertanto incarnano il sogno proibito di ogni donna con un apparato riproduttivo (secondo la protagonista ovviamente). Liberty è una femmina isterica, incapace di badare a se stessa, alla ricerca disperata di un uomo, meglio se un SEAL, con il quale fare almeno 5 figli, una vergine assatanata che si mette nei guai ogni due minuti, che scoppia in lacrime ogni secondo tanto da rischiare di scatenare un’alluvione, patita delle griffe e della biancheria sexy, insomma esattamente il genere di personaggio femminile che più mi fa irritare. Di contorno, oltre ai colleghi e migliori amici di Raul, ci sono dei boss mafiosi siciliani con una coscienza, la famiglia di Liberty che mi ha ricordato quella della Tata, i genitori pseudo adottivi di Raul molto impiccioni, un paio di gangster dalla dubbia intelligenza e le due amiche di Liberty che, come lei, non hanno ancora superato la fase adolescenziale. Mi sembra di non avere dimenticato nessuno. I fatti raccontati sono, oltre che assurdi nel modo in cui vengono riportati, scontati. Raul o è infuriato o vuole fare sesso. Liberty o piange o vuole fare sesso. I ragazzoni super duri si infatuano della ragazza e diventano delle chiocce ultra protettive così come i boss della mafia e i vari parenti di entrambi. Qua e là salta fuori un nuovo segreto inconfessabile che scatena liti furibonde che poi sfociano nel sesso. Questo è tutto. Si salva solo qualche battuta divertente, per il resto pollice verso.

FINCHÈ PAMLICO SOUND NON CI SEPARI DI ADELE ROSS

Data pubblicazione: 11 Aprile 2018
Serie: titolo autoconclusivo
Editore: autopubblicazione
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Stati Uniti
Livello di sensualità: basso
Lunghezza: 280 pagine
Prezzo: ebook € 1,99 cartaceo € 8,99
Titoli dell’autrice:
Tutta colpa di Natale
Tutta colpa dei Caraibi
Il Cuore fragile di una Strega
Tutta colpa di San Valentino
Tutta colpa del matrimonio
Finchè Pamlico Sound non ci separi

Sinossi:
Isla Wilson è una giovane ecologista e ambientalista. È all’ultimo anno d’università, è attiva nella sua missione per salvare il futuro della terra, è determinata e gestisce, insieme agli amici Lee e Ruby, una webTV dedicata al sociale e alla salvaguardia del mondo e della natura. Ha una vita intensa e le idee incredibilmente chiare in merito alla sua missione, anche se a volte il suo approccio nell’affrontare i problemi è un po’ estremista.  Una paladina che scende in campo ogni volta che può difendendo i diritti dei più deboli, che siano animali in via d’estinzione, foreste a rischio devastazione o lagune protette che rischiano di diventare un cantiere per la costruzione di un porto dove i ricchi possono ormeggiare le loro imbarcazioni da diporto. Come nel caso della laguna di Pamlico Sound, un ecosistema delicatissimo che occupa una zona di mare che parte dalla John Bay, nella contea di Hyde, e arriva alla striscia di banks che la separano dall’Oceano Atlantico.  Un microcosmo, un micromondo, fragile e stupendo che Finley Jenkins vuole distruggere per denaro. Finley Jenkins ha quasi quarant’anni, un impero da gestire che conta cantieri navali in tutto il mondo, un carattere autoritario, una vita privata che tiene gelosamente riservata e un appalto con la contea di Hyde, in North Carolina, per poter costruire un nuovo porto nella laguna di Pamlico Sound.
Tra lui e Isla Wilson è battaglia fin dal primo momento.  Due caratteri determinati che non intendono cedere abbandonando la propria posizione in merito a Pamlico Sound. Lui e i suoi soci porteranno avanti il progetto in North Carolina e Isla Wilson intende fare di tutto per fermarli. Così tra i due è lotta all’ultimo sangue, a suon di servizi ecologisti diffusi sul web, manifestazioni non autorizzate, arresti e rilasci.
Uno scontro che non porta a nulla, da ambo le parti. Fino al momento in cui Isla e Finley sono costretti, a causa di una tempesta, a trascorrere la notte insieme in una locanda nella piccola cittadina di Hobacken. Una notte che, inaspettatamente, cambierà le loro esistenze in modo radicale.  Per una serie di sfortunati eventi e grazie a una legge di cui quasi tutti ignorano l’esistenza i due si ritrovano sposati senza volerlo. Ma, anche da sposati, il loro astio non si affievolisce e la loro guerra non trova comunque una tregua… almeno così sembra, ma le cose non sempre sono come appaiono e quello che sembra odio potrebbe essere la miccia per far divampare una passione bollente e inaspettata anche tra due nemici giurati.

Impressioni:
La parte iniziale di questa storia non mi è dispiaciuta nonostante la grande differenza d’età tra Isla e Finley che mi ha fatto storcere il naso ma questa è una mia fisima. C’erano degli spunti interessanti peccato sia mancato un approfondimento reale per quanto riguarda il protagonista maschile che rimane un po’ relegato sullo sfondo e questo perchè si è dedicato troppo tempo alle elucubrazioni mentali della protagonista che non sa decidersi se odia l’uomo o ne sia innamorata. Peccato poi per tutta la parte finale dove Isla, in linea con altre storie sulla stessa lunghezza d’onda, si faccia manovrare dalla ex di Finley che le fa credere di non essere poi tanto ex così, da brava vigliacca, la ragazza fugge e fa perdere le proprie tracce per un anno. Una cosa assurda oltre che penosa. Mi ha fatto anche rabbia che una persona amante della natura e paladina dei più deboli abbia così poca empatia nei confronti di un anziano, il padre di Finley, costretto come un vegetale a letto e che la sua unica preoccupazione sia che non muoia finchè lei è lì. Sono rimasta a dir poco sconvolta. In conclusione, Isla è una ragazzina perennemente indecisa oltre che poco incline al ragionamento sensato, Finley, per il poco che è dato conoscerlo, è fin troppo romantico e paziente e una storia che aveva potenziale si è ridotta alle solite situazioni scontate. La sinossi troppo lunga rivela troppo, consiglio di accorciarla. Non so più quanto tempo sia che non trovo un’autopubblicazione di qualità, meglio rinunciare.

GIARRETTIERE DI PAMELA MORSI

Data pubblicazione: Gennaio 2017
Titolo originale: Garters (1992)
Serie: Small town swains – Vol. 1
Editore: Kiel Publishing
Genere: romance storico
Ambientazione: Tennessee, Stati Uniti, 1888
Livello di sensualità: warm
Lunghezza: 328 pagine
Prezzo: ebook € 4,03

Sinossi:
Mai sottovalutare il potere di un paio di giarrettiere.
Esme Crabb ha trascorso tutta la vita tra le montagne, cercando di fare del proprio meglio per vivere col poco che possiede senza poter contare sull’aiuto del buono a niente di suo padre o delle sue sciocche sorelle. La famiglia riesce a malapena a tirare avanti, perennemente in debito con i vicini. Esme sperava che le gemelle potessero trovare un buon marito, ma, come tutto il resto in quella famiglia, sembra che debba essere lei stessa a farlo. Cleavis Rhy, prosperoso commerciante di Vader, non si è mai accorto di lei, almeno fino a quando lei non gli chiede di sposarla.
Impossibile.
Cleav, aspirante gentiluomo, è andato fino a Knoxville per studiare, e in qualità di piscicoltore autodidatta intrattiene una fitta corrispondenza con i migliori accademici del settore. Ama leggere e apprezza le conversazioni stimolanti. Le sue romantiche ambizioni sono attratte, molto ragionevolmente, dalla silenziosa e raffinata figlia del pastore.
Un’ignorante ragazza di montagna con il vestito lacero e dalle calze cadenti non gli interessa affatto. Niente al mondo potrebbe mai farli finire assieme… o forse sì? 

Impressioni:
Libro semplicemente delizioso, divertente, se lo leggete preparatevi a farvi qualche bella risata con le disavventure di Esme e dei suoi concittadini, uno sparuto gruppo di montanari, fervidamente religiosi e pettegoli. La ragazza all’inizio non mi piaceva particolarmente, l’avevo ingiustamente giudicata un’opportunista nel suo volere convolare a nozze con il povero Cleav solamente per prendere possesso della sua casa visto che lei e famiglia, i poveracci del paese, vivono in una grotta, ma poi ho capito che, essendo un’anima ingenua (e anche un po’ zotica), per lei non c’è niente di male in questo. Esme si è sempre presa cura delle due sorelle gemelle bellissime ma con poco cervello e del padre, l’uomo più pigro del paese ed è suo compito garantire loro una vita decente, pertanto prende di mira l’uomo più benestante del paese, quello che ha una casa troppo grande per due persone, in cambio lei gli dona la sua assoluta devozione che sconfina in adorazione. Capisco che può essere difficile da digerire una cosa del genere ai nostri giorni ma Esme è così convinta di essere dalla parte della ragione, questo perchè non ha mai sognato nulla per se stessa tanto meno l’amore, che non le si può dire niente di male. Cleav è un gentiluomo, o perlomeno lo vuole essere a tutti i costi, perciò fa la cosa giusta quando gli viene richiesto, cerca sempre di essere comprensivo nei confronti degli altri facendosi mettere un po’ i piedi in testa a mio avviso però alla fin fine è solo una persona profondamente buona e acconsente a tutto ciò che Esme desidera perchè l’ama profondamente. Ed è proprio l’amore che non doveva esserci nella loro relazione ma che pervade tutta la storia a complicare la faccenda, se lui non avesse amato lei non ci sarebbe rimasto male al pensiero che lei lo ha sposato solo per la sua casa e se lei non avesse amato lui non avrebbe sofferto per il fatto di non sentirsi alla sua altezza, di non essere degna di un uomo così colto, così di bell’aspetto e dalle così buone maniere rispetto alle sue. Cosa altro aggiungere, è una lettura di qualità e il libro merita di essere letto perchè vi regalerà delle ore veramente piacevoli, è solo un peccato che non ci siano altri titoli di questa autrice disponibili in italiano. 

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

Lascia un commento

Your email address will not be published.