Linda Howard – Rosa Crime Imperdibili

La settimana scorsa ho letto “Dopo quella notte” di Linda Howard (potete leggere la recensione qui) ed è stato come essere colpita da un fulmine. Era da un bel po’ di tempo che un libro non mi prendeva così tanto e che un protagonista maschile non mi dava un bel po’ di palpitazioni così mi sono messa in moto ed ho iniziato a procurarmi tutto quello che di questa fantastica autrice è stato tradotto in Italia. Poichè negli ultimi mesi ho sviluppato una dipendenza per il romantic suspanse mi sono soffermata soprattutto sui libri che si avvicinano di più a questo genere ma senza andare troppo indietro nel tempo (in pratica non ho considerato gli Harmony e i Bluemoon anni ’80) così al momento ne ho recuperati quattro ma ne ho altri tre da trovare (quando mi metto in testa una cosa sono come un segugio, finchè non ottengo ciò che voglio non mollo). Ecco a voi i libri che al momento ho letto, per i successivi farò delle aggiunte a questo post.
Enjoy
TI VEDO di LINDA HOWARD
linda-howard-1Anno pubblicazione: 2006
Titolo originale: Now you see her (1998)
Serie: titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub
Genere: rosa crime
Ambientazione: New York (Stati Uniti), fine anni ’90
Sensualità: hot
Disponibilità libro: mercatini dell’usato
Trama:
Pittrice di grande talento, Paris Sweeney ha conquistato New York grazie alle mostre organizzate nella galleria dell’ambigua e affascinante Candra.
Sweeney sa di essere dotata di poteri paranormali e una notte, come in trance, dipinge la scena di un omicidio, per poi scoprire che quel crimine è realmente avvenuto.
La vittima è Candra, che ha spinto oltre il limite i suoi pericolosi intrighi.
È solo questione di tempo, poi Sweeney porterà sulla tela anche il volto dell’assassino.
Chi sarà? Sweeney lo scoprirà solo pochi attimi prima di trovarsi puntato alla gola lo stesso pugnale che ha trafitto Candra…
Recensione:
Un bel libro con una bella storia d’amore e una parte thriller ben strutturata. Sweeney, la protagonista, è un personaggio diverso dal solito, non è interessata al suo aspetto fisico o a come si veste, gli uomini le sono indifferenti, vive per la sua arte, guarda il mondo con occhi da artista e non le manda a dire a nessuno nel senso che, se una cosa non le piace o urta la sua sensibilità, lo dice senza indugio. Proprio perchè non ha peli sulla lingua e detesta gli intrighi di società preferisce starsene per conto suo fino a quando “vede” per la prima volta Richard, il marito separato di Candra. Candra gestisce la galleria d’arte dove Sweeney vende i suoi quadri, la trova piuttosto simpatica ma, come con tutti, non ha mai approfondito la loro conoscenza perciò ha visto poche volte anche il marito e non lo ha mai preso in considerazione. Questo fino a quando la sua attenzione verso l’altro sesso improvvisamente si fa sentire e i due non riescono più a stare lontani. Come ho detto Richard sta divorziando da Candra una donna disinibita, senza alcuna morale e che lo ha tradito per tutta la durata del matrimonio. Candra però è pesantemente indebitata e, per pagare i suoi debiti e mantenere il livello di vita a cui è abituata, è disposta a tutto, anche a ricattare uno dei suoi amanti. Solo che ha scelto la persona sbagliata e questo la porta ad una morte violenta. Sweeney però ha un dono, vede i fantasmi, riesce a prevedere alcune cose che avverranno nel futuro e inizia a dipingere un quadro con la scena del delitto. Questo la fa diventare la prossima vittima designata ma Richard, ex ranger dell’esercito, riuscirà a salvarla. I due protagonisti mi sono piaciuti entrambi, Sweeney per il suo essere così diretta, senza filtri in un certo senso, una sognatrice cinica che scopre il suo lato sensuale, Richard perchè è intrigante, sexy, spietato ma allo stesso tempo romantico e con senso dell’umorismo. Il modo in cui si confrontano è pervaso dalla sensualità e dalla dolcezza e i loro incontri sul piano fisico sono roventi. La scrittura della Howard è fluida e mai noiosa, ricca di particolari che consentono al lettore di calarsi completamente nella psicologia dei personaggi. Consigliato.

SOGNO PERICOLOSO di LINDA HOWARD
linda-howard-2Anno pubblicazione: 2008
Titolo originale: Dream Man (1995)
Serie: titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub
Genere: rosa crime
Ambientazione: Orlando (Stati Uniti), anni ’90
Sensualità: hot
Disponibilità libro: mercatini dell’usato
Trama:
Marlie pensava, sperava, che le terribili visioni fossero ormai un ricordo del passato.
Il raro ed inquietante potere di “vedere” a distanza lo svolgersi di efferati crimini sembrava averla abbandonata dopo la tragedia di sei anni prima.
E invece, all’improvviso, rieccolo: davanti ai suoi occhi – ma chissà dove e chissà da chi – una povera ragazza viene brutalmente stuprata ed uccisa.
La polizia di Orlando, però, non pecca certo di eccesso di credulità: la disperata veggente, alla stregua di una novella Cassandra, rende una deposizione puntuale e precisa… ed accolta con estremo scetticismo.
Ma per quanti dubbi nutra sulla insolita storia, l’aitante decivette Dane Hollister non ne nutre affatto sull’intensità del travolgente desiderio che la strana ragazza ha suscitato in lui.
E’ il punto di partenza di un’indagine e di una appassionata storia d’amore che si intrecceranno strettamente in una trama complessa e mozzafiato, di cui neanche l’incantevole e determinata sensitiva riuscirà a prevedere i tortuosi, pericolosissimi sviluppi…
Recensione:
Anche questo è un gran bel libro solo che la parte thriller è predominante rispetto a quella romance. Marlie è una sensitiva che ha avuto una terribile esperienza e che sta cercando di rifarsi una vita. Da qualche anno, a causa di un grosso trauma, non ha più avuto nessuna visione ma improvvisamente entra nella mente di un serial killer che violenta e uccide giovani donne senza lasciare il minimo indizio. Marlie va alla polizia e riferisce ciò che ha visto ma uno dei due detective che segue il caso e che ovviamente non le crede, intrigato dalla donna, inizia ad indagare su di lei e sul suo passato. Un po’ alla volta riesce a penetrare le difese mentali che Marlie ha costruito in quegli anni per difendersi dai pensieri di chi le sta attorno e da chi la considera un fenomeno da baraccone facendola capitolare fra le sue forti braccia. Dane è una specie di tenente Colombo solo più giovane ed attraente, non si cura del suo abbigliamento, è scontroso, arrogante, a volte ottuso ma è anche uno che sa come prendersi cura di una donna, è sexy e perennemente eccitato quando c’è Marlie in giro. Questi due insieme mi piacciono proprio e mi piace anche il collega tutto perfettino e la sua innamorata. Bellissimo l’epilogo con Marlie incinta e Dane che soffre di nausee mattutine e sente le contrazioni al momento del parto; questa parte vale tre quarti del libro. 
L’UOMO IDEALE di LINDA HOWARD
linda-howard-3Anno pubblicazione: 2002
Titolo originale: Mr Perfect (2000)
Serie: titolo autoconclusivo
Editore: Sonzogno
Genere: rosa crime
Ambientazione: Warren, Michigan (Stati Uniti), 2000
Sensualità: hot
Disponibilità libro: mercatini dell’usato
Trama:
Quattro amiche, durante la solita serata del venerdì al ristorante, compilano per gioco una lista ironica e alquanto osé dei requisiti pressoché irraggiungibili del loro uomo ideale: bello, fedele, divertente, ricco e, naturalmente, ben “dotato”.
La mattina dopo quella lista scherzosa e imbarazzante viene pubblicata nella newsletter aziendale. E da qui rimbalza su Internet. E poi in TV. In meno di ventiquattr’ore, tutta l’America conosce i più segreti desideri delle quattro.
Niente di male, se quei requisiti non pungessero sul vivo qualcuno che li interpreta come una provocazione diretta e personale. Qualcuno che comincia a compilare una propria lista, una lista di morte, in cima alla quale ci sono i nomi delle quattro amiche…
Recensione:
Questo è un rosa crime un po’ anomalo a mio avviso perchè ha una forte componente ironico/dissacrante che annulla la suspanse della parte thriller rendendola poco credibile. Sinceramente avrei preferito che, invece di un killer, ci fosse una specie di maniaco che voleva vendicarsi contro le quattro donne che avevano scritto la lista con i requisiti per l’uomo perfetto facendo magari dei piccoli attentati invece la morte di due di loro non sono proprio riuscita a digerirla. Il problema è appunto che per la maggior parte del libro ci sono battute divertenti e piene di doppi sensi che lo rendono leggero perciò la morte violenta di due donne sembra buttata lì senza approfondimenti e senza scopo. Comunque in generale il libro non è male, Sam Donovan, il poliziotto vicino di casa di Janie (una delle quattro amiche) è ovviamente figo, sensuale, brillante, divertente, dolce e protettivo con la ragazza. Janie non ha peli sulla lingua, riesce a distruggere l’autostima di una persona con un paio di frasi ben piazzate, è sicura di sè, è intelligente, indipendente, ha coraggio e non si fa mettere i piedi in testa. Insieme questi due fanno scintille sia a letto che fuori confermando la bravura della Howard nel raccontare le storie d’amore. In questo libro inoltre è brava anche a scrivere trame divertenti e se avesse evitato di metterci un assassino psicopatico in mezzo sarebbe stato tutto perfetto. Le quattro ragazze ricordano un po’ le protagoniste di “sex and the city” e qualcosa mi fa pensare che si sia ispirata a loro per la stesura. In conclusione “L’uomo ideale” è un buon libro per passare un paio d’ore di relax, magari sotto l’ombrellone.
LA REGINA DEI DIAMANTI di LINDA HOWARD
linda-howard-4Data Pubblicazione: ottobre 2011
Titolo originale: Death Angel (2008)
Serie: titolo autoconclusivo
Editore: Leggereditore
Genere: rosa crime
Ambientazione: Stati Uniti, oggi
Sensualità: hot
Numero pagine: 336
Prezzo: formato cartaceo € 6,50 e-book € 1,99
Trama:
Bellezza mozzafiato, appassionata di diamanti e di uomini pericolosi, Drea Rousseau si è sempre accontentata di recitare la parte dell’amante sciocca e innocua. Ancora per poco, però, perché da tempo ha in mente un piano ed è arrivato il momento di metterlo in pratica. Nulla fa sospettare il temibile Rafael Salinas; mai avrebbe potuto immaginare che quell’angelo dagli occhi limpidi è anche un genio telematico, nonché un’abile manipolatrice. Infatti, prima di dissolversi nel nulla, Drea ruba al suo amante due milioni di dollari. Salinas non la lascerà andare senza prima regolare i conti, e mentre la donna cerca di cancellare ogni traccia e riprendere in mano il suo destino, lui assume un killer per ucciderla. Ma a volte per rinascere bisogna ritrovarsi faccia a faccia con la morte, ed è questo che sta per accadere a Drea. E non solo, perché per tornare a fidarsi degli altri e raccogliere tutte le sue forze, dovrà scendere a patti con l’uomo assoldato per ucciderla, con chi minaccia di conquistarla e legarla a sé per sempre.
Quando la vendetta è l’unica strada verso la libertà, e la posta in gioco si alza ora dopo ora, scendere a patti con il pericolo sembra l’unica via d’uscita…
Recensione:

Ho letto questo libro qualche anno fa e mi ha colpita profondamente. I due protagonisti sono l’esatto contrario degli eroi positivi, Simon è un killer a pagamento mentre Drea/Andie è una mantenuta, una donna che, per garantirsi una vita agiata, non ha mai esitato a vendersi a chi poteva permetterselo. Entrambi custodiscono gelosamente il loro passato, si sono costruiti una vita alternativa a quella che avevano ma quando si incontrano per Drea niente più è come prima. Scappa dal suo amante rubandogli due milioni di dollari e Salinas, un noto criminale, assume Simon per eliminarla. Durante l’inseguimento Drea perde il controllo dell’auto, finisce fuori strada e viene ferita a morte; Simon rimane con lei fino a quando emette l’ultimo respiro a da quel momento nemmeno per lui le cose sono più come prima, sente che ha perso qualcosa di importante. La sua sorpresa è enorme quando scopre che Drea è sopravvissuta, capisce che è successo qualcosa che va al di là delle semplici conoscenze scientifiche, sente che c’è qualcosa di profondamente spirituale nel suo essere ritornata alla vita così decide di ritirarsi dal “lavoro” e di dedicare la sua esistenza a proteggerla. Questo è un libro che parla di riscatto, di speranza e di amore, è una storia intensa, sensuale e spirituale allo stesso tempo. Bellissimo il loro scoprirsi, il legame che si instaura fra i due è potente e l’autrice riesce a trasmettere tutte le emozioni che lo accompagnano. Ho adorato Simon per la sua devozione a Drea e ho amato lei per la sua forza di carattere. Una lettura da non perdere.
P.s.: il titolo in italiano è incomprensibile e fuorviante, molto meglio Death Angel.

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

Lascia un commento

Your email address will not be published.