Billionaire Boys Club serie di Jessica Clare

billionaire-1Data pubblicazione: 18 giugno 2015
Titolo originale: Stranded with a billionaire (2013)
Serie: The Billionaire Boys Club – Vol. 1
Editore: Newton Compton
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Stati Uniti, oggi
Sensualità: hot
Numero pagine: 318
Prezzo: formato cartaceo € 8,42 eBook e 4,99
Autrice:
Jessica Clare è lo pseudonimo con cui l’autrice firma i suoi libri erotici. Allo stesso modo, scrive storie paranormali con il nome di Jessica Sims, infine come Jill Myles è autrice di romanzi di vario tipo, dagli urban fantasy alle storie di zombie. Vive in Texas con il marito. Scommessa indecente è il primo volume di una serie dedicata ai membri del Billionaire Boys Club.

Trama:
Il Billionaire Boys Club è una società segreta che riunisce sei uomini ricchissimi, arrivati al successo con ogni mezzo possibile: i suoi membri si aiutano a vicenda, si consigliano investimenti vantaggiosi e giocano a poker per svagarsi. Proprio su suggerimento di uno dei suoi colleghi del club, Logan Hawkings ha deciso di acquistare un resort malmesso su un’isola delle Bahamas, per ristrutturarlo e trasformarlo in un hotel di lusso. A complicargli la vita ci pensano però un uragano e un’affascinante cameriera del Midwest. Brönte Dawson è finita sull’isola per una vacanza premio, a tutto pensava meno che a ritrovarsi bloccata nel bel mezzo di una catastrofe naturale con quello che crede sia il direttore dell’hotel. Logan, colto alla sprovvista, decide di tenerle nascosta la sua vera identità, ma le conseguenze di quella bugia non tarderanno ad arrivare…

Impressioni:
Romanzo veramente carino, semplice e dolce, finalmente una storia d’amore hot al punto giusto, senza tracce di bondage e con due protagonisti normali. Ovviamente ci sono i soliti stereotipi che vanno di moda, lui è ricchissimo, attraente e cinico; è rimasto scottato da una relazione finita male dove lei era interessata soprattutto ai suoi soldi così, quando ha la possibilità di conoscere e frequentare una ragazza in incognito, ne approfitta per metterla alla prova e vedere se vuole veramente lui o il suo conto in banca. Brönte è una giovane cameriera che conosce decine di citazioni dei filosofi antichi adatte ad ogni situazione, ha una laurea in filosofia che non l’ha portata da nessuna parte e non si preoccupa molto del futuro, vorrebbe qualcosa di più ma la vita che fa non le dispiace. È solare, allegra, fondamentalmente buona e incapace di giocare sporco, non le interessano i soldi o i vestiti firmati, è carina ma non bellissima, è anche un po’ insicura, non crede di avere delle potenzialità soprattutto quando si scontra con l’ambiente in cui prospera Logan e che sente lontano mille miglia da lei. La loro relazione funziona al contrario, vanno a vivere insieme quasi fin dall’inizio perchè Logan non la vuole perdere di vista, è possessivo e abituato ad avere tutto quello che vuole per poi passare agli appuntamenti romantici quando Brönte lo lascia per capire dove li può portare questa storia. Il sesso tra i due è esplicito ma non disturbante. Il libro mi è piaciuto anche perchè non ci sono colpi di scena spettacolari, è tutto lineare, forse scontato ma perfetto se si cerca una lettura romantica e poco complicata, com’era il mio caso. Di seguito elenco i libri successivi sugli altri cinque uomini che fanno parte di questa società segreta di ricconi votati al successo ad ogni costo; speriamo vengano pubblicati presto anche da noi perchè sono tutti personaggi molto interessanti.
P.S.: il titolo non ha nessun senso visto che non c’è nessuna scommessa in corso.

Troppo bello per dire di no

billionaireData pubblicazione: 21 dicembre 2015*
Titolo originale: Beauty and the Billionaire (2013)
Serie: The Billionaire Boys Club – Vol. 2
Editore: Newton Compton
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Stati Uniti, oggi
Sensualità: hot
Lunghezza: 250 pagine
Prezzo: eBook e 2,99

Trama:
Il magnate immobiliare Hunter Buchanan ha un passato oscuro, di cui porta ancora addosso le cicatrici. Per questo vive come un recluso nella sontuosa tenuta di famiglia. Hunter era disposto a rinunciare ai sentimenti, fino a quando non ha visto una donna dai lunghi capelli rossi e dalla bellezza enigmatica e ha deciso di architettare un piano per conoscerla. Gretchen Petty ha bisogno di uno stipendio e di dare una svolta alla sua vita. Così, quando le si presenta un’occasione di lavoro in una ricca tenuta a New York, la coglie al volo. Ma se può trascurare le stranezze del nuovo incarico, non le riesce invece di ignorare l’aspetto attraente del nuovo capo e il suo temperamento imprevedibile. Hunter teme che il suo piano possa fallire prima ancora di essere messo in atto, ma Gretchen gli dimostrerà che la vita può essere piena di sorprese…

Impressioni:
Versione in chiave moderna de “La Bella e la Bestia” una delle mie favole preferite. Hunter (la Bestia) è adorabile, così timido e taciturno, chiuso in se stesso, pieno di complessi e a volte rabbioso. Incapace di interagire con gli altri e senza senso dell’umorismo ma con un’animo profondamente romantico, vive recluso nella sua bellissima villa con un maggiordomo / assistente antipatico. Il suo unico svago è prendendosi cura delle sue splendide rose sognando qualcuno che lo accetti per quello che è senza guardarlo con orrore, qualcuno che lo ami e che lo abbracci, qualcuno con cui passare il resto della vita. Gretchen, al contrario, non ha assolutamente niente di Bella, l’ho trovata odiosa con il suo essere sempre cronicamente in ritardo su tutto, nel suo essere così svagata e incapace di rispettare delle semplici consegne lavorative nonostante sia al verde, abbia una valanga di bollette da pagare e l’affitto sia scaduto. Ha un senso dell’umorismo discutibile, non sa cosa significhi avere un po’ di tatto con le persone e l’unico suo pregio è avere un gatto stupendo visto che adoro la razza di gatti senza pelo. Ma ciò che più stride è il fatto che sia una specie di ninfomane, che non abbia la minima dolcezza e che pensi solamente a “deflorare” il povero Hunter. Avrei apprezzato che fossero entrambi sullo stesso livello in quanto ad esperienza sessuale mentre invece Gretchen è troppo disinibita inoltre alcuni termini relativi all’atto sessuale li ho trovati un po’ troppo volgari, mi hanno infastidita. Personalmente ho trovato il primo libro della serie decisamente migliore. Adesso non vedo l’ora di leggere quello di Reese sperando che il livello torni ad alzarsi.  

È l’uomo per me

jessica (Custom)Data pubblicazione: 12 luglio 2016
Titolo originale: The wrong billionaire’s bed (2015)
Serie: The Billionaire Boys Club – Vol. 3
Editore: Newton Compton
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Stati Uniti, oggi
Sensualità: hot
Lunghezza: 320 pagine
Prezzo: ebook € 4,99

Trama:
Audrey Petty è sempre stata più responsabile e generosa di sua sorella. Audrey è bella, affidabile e degna di fiducia: sarebbe stata la fidanzata perfetta per Cade Archer, di cui è innamorata fin da piccola… Se non fosse che Cade è miliardario, frequenta altri ambienti, e Audrey è sicura che non si ricordi neppure di lei. Ma poi l’impossibile accade: il destino e la sua incasinata gemella si mettono in combutta e Audrey scopre che dovrà trascorrere un mese in compagnia di Cade nel suo rifugio dorato. A lei sembra un sogno che si avvera… fino a quando non si imbatte nel peggiore degli incubi: Reese Durham. Reese è un playboy ricchissimo e abituato a sedurre le donne per ottenere ciò che vuole: ci mette davvero poco a capire che Audrey è innamorata del suo amico Cade. È chiaro che questo segreto la rende ricattabile e nella posizione di dover accettare qualsiasi cosa lui le proponga, anche furtivi baci al buio o appuntamenti segreti nel bosco. E i sentimenti di Audrey verranno messi davvero alla prova…

Impressioni:
Libro nel complesso banale e noioso. La storia si può riassumere in poche righe; Audrey, innamorata da sempre di Cade, vuole aiutare la sorella gemella, famosa cantante, a disintossicarsi dalle droghe così vanno in ritiro in un cottage, di Cade, che le deve raggiungere. Lì trovano Reese, uno dei migliori amici di Cade, in dolce compagnia (che leva le tende in due minuti), lui e Audrey si scontrano fin da subito ma poi scoppia l’attrazione nonostante Audrey insista nell’essere sempre innamorata di Cade. Ovviamente fanno un bel po’ di sesso ma alla fine, a causa di un fraintendimento, lui se ne va, lei ritorna al lavoro (è l’assistente di Logan), successivamente si  ritrovano ad una festa e si riappacificano. Analizzando questa trama complessa ed articolata, la prima cosa da dire è che sembrano tutti degli adolescenti in piena tempesta ormonale altro che miliardari e donne vissute. Audrey è una donna rigida, compassata, affidabile e seria. Arrossisce per un nonnulla, è un po’ sovrappeso e si sente poco attraente, ama Cade da quando aveva tredici anni e non fa mai nulla di avventato. Peccato che, quando finisce a letto con Reese, mi si trasforma in una ninfomane, sicura di sé e del suo aspetto fisico, espertissima nei giochi tra le lenzuola tanto che potrebbe dare qualche lezione a una porno star. In pratica siamo di fronte alla reincarnazione del Dottor Jekyll e Mr Hyde visto che le due personalità sono completamente opposte. Oltretutto ci tormenta con pagine e pagine di elucubrazioni mentali sulla sua situazione di innamorata cronica di un uomo che la considera una sorella (però potrebbe anche cambiare idea) e allo stesso tempo non disdegna di fare sesso con un altro tanto per usarlo un po’ e togliersi la voglia. Reese è un playboy (in teoria) sicuro di sé, ricchissimo e ricercato ovunque ma in poco meno di dieci giorni perde la testa per la burrosa e dominante Audrey e rischia di finire in miseria tanto che deve ricorrere all’aiuto dei suoi amici del club. Insomma un vero drago negli affari oltre che un uomo che non deve chiedere mai. Altra cosa assurda è il modo a mio avviso eccessivamente leggero in cui viene affrontato il problema della droga e della disintossicazione. Le uniche parti carine sono i battibecchi tra Reese e Audrey peccato che si perdano in un mare di banalità e situazioni scontate. 

Sempre più vicino di Jessica Clare

Data pubblicazione: 21 Dicembre 2016
Titolo originale: His royal princess (2016)
Serie: Billionaire Boys Club – Vol. 3,5
Editore: Newton Compton Editori
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: regno immaginario di Bellissime, oggi
Livello di sensualità: medio/alto
Lunghezza: 110 pagine
Prezzo: ebook € 0,99

Sinossi:
In quanto erede al trono, la principessa Alexandra deve essere distaccata, impeccabile, attenta all’etichetta. E soprattutto non può mostrare le proprie emozioni. Mai. Di certo nessuno sospetta che abbia completamente perso la testa per una star di Hollywood! Quando però viene a sapere che il suo idolo, l’attore Luke Houston, girerà alcune scene del nuovo film proprio nel suo piccolo regno, Alexandra non sa resistere: sgattaiola via dal palazzo (e dai suoi obblighi) per dare un’occhiata. Ma quando sei una principessa è difficile passare inosservata, e Alex per poco non si ritrova braccata dai giornalisti accorsi sul set. Per sfuggire alla stampa, cerca riparo nel primo nascondiglio disponibile… finendo dritta dritta nella roulotte personale di Luke. E davanti all’uomo che le fa battere forte il cuore, accontentarsi di un’occhiata non sarà più possibile…

Impressioni:
Questo racconto breve è talmente ridicolo e irrealistico che mi sono ritrovata a ridacchiare in più di un’occasione. Si comincia dal nome del fantomatico regno di 40 km quadrati che si trova tra Francia, Italia e Spagna, tale Bellissime proseguendo con la principessa Alex, una donna di 28 anni che non ha mai baciato nessuno e che vive come se fosse nell’800 con il sacro terrore che la nonna regina scopra della sua cotta così poco nobile fino alla bellissima star di Hollywood che ho continuato ad immaginarmi con una calza a coprirgli i genitali per girare le scene di sesso durante il film (visione a dir poco ridicola). Questo poveraccio viene trattato come un toy-boy da sua altezza reale, quando si fa male alla testa viene messo a letto per più di una settimana senza internet, cellulare e con uno stuolo di infermiere a servirlo, costretto a dormire tutto il giorno sbavando per una donna che è più innocente di Campanellino e che lo fa penare a lungo prima di andarci a letto. Non ci posso credere di avere letto fino in fondo una cosa del genere, nonostante la sua brevità, è praticamente inqualificabile.

Ho scelto di amarti

billionaire-4Data pubblicazione: gennaio 2017
Titolo originale: Once upon a billionaire (2015)
Serie: The Billionaire Boys Club – Vol. 4
Editore: Newton Compton Editori
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: regno immaginario di Bellissime + Stati Uniti, oggi
Livello di sensualità: medio/alto
Lunghezza: 283 pagine
Prezzo: ebook € 4,99 cartaceo € 8,42

Sinossi:
In quanto membro della famiglia reale in un piccolo Paese europeo, Griffin Verdi deve assolutamente presenziare all’occasione mondana per eccellenza, quello che viene definito il matrimonio del secolo. Il colto miliardario si sente fuori luogo in situazioni simili, e come se non bastasse il suo fido assistente, che avrebbe dovuto accompagnarlo all’evento, si ammala, quindi è necessario trovare in fretta e furia qualcuno che lo sostituisca. La scelta ricade su Maylee Meriweather, una donna bella e affascinante, ma che sfortunatamente non sa nulla dell’alta società. La sua ignoranza dell’etichetta rischia di causare notevole imbarazzo al giovane rampollo, eppure attraverso gli occhi di Maylee, Griffin inizia ad apprezzare le cose semplici della vita, anche se lei è la donna più complicata che lui abbia mai incontrato. Maylee è tutto ciò che Griffin non è, ma anche tutto ciò che lui vuole. Il miliardario deve solo decidere di abbassare la guardia e fare un passo fuori dal suo mondo protetto…

Impressioni:
Sto continuando a leggere questa serie anche se non mi entusiasma semplicemente perchè c’è così poca scelta nel panorama editoriale che opto per il male minore. In questo libro abbiamo Griffin, un nobile milionario originario di Bellissime nonchè lord Montagne Verdi (ok, già qui ho fatto una gran risata perchè il pensiero è volato subito alla famosa canzone di Marcella Bella…) molto sulle sue, spocchioso e che si fa condizionare dalle regole della nobiltà perciò mai mescolarsi con il popolo e soprattutto seguire l’etichetta di corte. Maylee è l’assistente di Hunter che viene “prestata” a Griffin perchè il suo è ammalato. La ragazza proviene da un paesino dell’America rurale perciò è piuttosto grezza per non dire una bifolca, è ingenua, ha un accento terribile, le sue maniere e il suo linguaggio sono discutibili e ha sempre le lacrime in tasca. Ovviamente Griffin la disprezza fin dal primo momento però è anche attirato dal suo fisico procace e le due cose si scontrano. I battibecchi tra i due mi hanno strappato qualche risata ma il più delle volte Griffin è veramente villano con la povera Maylee questo fino a quando comincia a vedere negli atteggiamenti di superiorità degli altri nobili che lo circondano i suoi stessi difetti e nella ragazza una freschezza e una genuinità che non sapeva esistessero. Per tre quarti la lettura mi ha preso ma poi la vena creativa si esaurisce, si passa ai soliti fraintendimenti con fughe e riappacificazioni scontate, si aggiunge un po’ di sesso per allungare il brodo e l’innocente Maylee mi diventa una donna esperta in camera da letto, cosa assolutamente non in linea con il personaggio fino a quel momento delineato. Fortunatamente non è lungo e l’ho potuto archiviare velocemente. Veramente spiacevole la presenza di Gretchen, la fidanzata di Hunter, con il suo continuo turpiloquio, una donna insopportabile. Nel complesso leggibile ma sicuramente dimenticabile per quanto mi riguarda. 

L’amore è un gioco

billionaire-5Data pubblicazione: 15 Marzo 2017
Titolo originale: Romancing the Billionaire (2014)
Serie: The Billionaire Boys Club – Vol. 5
Editore: Newton Compton
Genere: romance contemporaneo
Livello di sensualità: medio/alto
Lunghezza: 236 pagine
Prezzo: ebook € 5,99

Trama:
Jonathan Lyons. Playboy, milionario, avventuriero, viva una vita spericolata. Quando viene a sapere che il suo mentore, Phineas DeWitt, teneva un diario segreto che conduce a un artefatto leggendario, Jonathan si mette alla ricerca. È un’impresa eccitante, ma c’è un ostacolo che gli fa girare la testa: Violet, la figlia di DeWitt. Lei ha quello di cui Jonathan ha bisogno. E non ha intenzione di concederlo all’uomo che le ha spezzato il cuore.
Violet è il punto debole di Jonathan: la ama ancora nonostante si siano lasciati dieci anni prima. Ma Violet ha ricordi molto amari legati alla loro storia. Non lo ha mai perdonato per averla abbandonata. Quando le attenzioni di Jonathan iniziano a farsi pressanti, rischia di innamorarsi di nuovo di lui. E non può fare a meno di domandarsi se è davvero lei ciò che vuole o soltanto quello che nasconde.

Impressioni:
Il libro nel suo insieme non mi è dispiaciuto, si parla di seconde possibilità e l’argomento per me ha sempre fascino. Violet è una donna con un bel carattere, decisa, ha sofferto molto e non si fida di nessuno. Il padre era un gran bastardo, ha giocato con i sentimenti suoi e quelli di Jonathan facendo in modo di separarli raccontando un bel po’ di bugie al ragazzo e le strade dei due si sono divise (forse 10 anni senza mai sapere niente di lei è un’esagerazione però sorvolo). Quando si ritrovano per una specie di caccia al tesoro ideata dal padre di Violet (che nel frattempo è morto) Jonathan vuole riprendere il discorso da dove l’avevano interrotto ma lei non ne vuole nemmeno sentir parlare. Ovviamente la vicinanza li porta ad un chiarimento ecc. ecc., tutto è bene quel che finisce bene e l’ultimo chiuda la porta. Ciò che mi ha annoiata a morte sono le infinite scene di sesso, l’autrice ha imperversato con descrizioni particolareggiate per pagine e pagine tanto da farmi alzare gli occhi al cielo in più di un’occasione perchè non ne potevo proprio più (in un’occasione hanno un amico a cena e lo cacciano via perchè devono correre a letto, praticamente due mandrilli). E che dire del talento poetico di Jonathan, è un romanticone non c’è che dire, lui sta sempre a dirle che l’ama e mi va bene ma il continuo recitare poesie anche nei momenti più clou l’ho trovato un po’ ridicolo. Altra cosa di cui parla nei momenti clou è di quelle con le quali ha fatto sesso nei 10 anni di lontananza, tutte donne a pagamento perchè aveva sempre lei in testa però ho trovato la cosa veramente di cattivo gusto. Violet poi non si capisce bene come sia fisicamente, in alcuni punti è piccolina e snella, in altri è sempre piccolina e rotonda ma il suo lato fisico più importante è il seno super abbondante per il quale il povero Jonny boy stravede. Altra chicca di questo libro è il mare che bagna la Grecia che improvvisamente, senza che ce ne rendessimo conto, è diventato un oceano. Per concludere, la storia non è male all’inizio poi si perde per strada nel momento in cui i due portano la loro relazione sul piano fisico, da lì in poi mi sono annoiata mentre in precedenza mi piaceva il modo in cui interagivano. 

L’amore non esiste

billionaire-6

Data pubblicazione: 3 Maggio 2017
Titolo originale: One night with a billionaire (2015)
Serie: The Billionaire Boys Club – Vol. 6
Editore: Newton Compton
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Stati Uniti, oggi
Livello di sensualità: medio/alto
Lunghezza: 227 pagine
Prezzo: ebook € 5,99

Trama:
Kylie è la make-up artist delle stelle, e sa cosa significa essere messi in secondo piano. Specialmente se a farlo è la sua famosissima datrice di lavoro, la popstar Daphne. È per questo che è stupita e felicissima quando una sera, a una festa, attira l’attenzione di un uomo fantastico. Ma quando Daphne decide che vuole per sé il bellissimo miliardario, Cade Archer all’improvviso per Kylie diventa intoccabile.
Cade conosce Daphne da anni, e si è sempre chiesto se potesse essere la donna giusta per lui, anche se lei non l’ha mai degnato di uno sguardo. Ma una notte rovente con Kylie ha cambiato tutte le carte in tavola. Allora perché Kylie all’improvviso lo sta evitando? Per fortuna Cade è deciso ad avere ciò che vuole, e farà di tutto per dimostrare a Kylie che anche lei può avere tutto ciò che desidera…

Impressioni:
Leggendo i libri della Clare ho come l’impressione che prenda spunto per le sue figure femminili direttamente dai giornali di gossip e così abbiamo Kylie, la protagonista, che fisicamente è un mix tra Kim Kardashian e Nicki Minaj, tette e culo enormi, una 50 abbondante di taglia, pelle stupenda e sexy da impazzire. La donzella è anche gentile, buona come il pane, sempre allegra e priva di carattere infatti si lascia chiamare Merilyn cicciona dalla star del pop senza battere ciglio e si fa infinocchiare dai cattivoni dell’azienda discografica senza tentare una minima reazione e versando litri di lacrime. Ovviamente è tanto insicura per colpa del peso eccessivo ma non sia mai che una decida di mettersi a dieta per sentirsi meglio soprattutto dal punto di vista della salute fisica, l’importante è piangersi sempre addosso e farsi coccolare dal marcantonio. Cade dal canto suo ha un fisico perfetto, addominali da urlo, è bello come un dio, è ricchissimo, è carino e gentile, accomodante, adora le tette e i culi grossi, fa sesso meglio di un attore porno ed è piatto come una tavola, anche lui privo di carattere e incapace di liberarsi di una palla al piede come Daphne. Ed arriviamo alla star del pop, la terribile Daphne, un mix tra Britney Spears e Lindsey Lohan, una mocciosa viziata e maleducata che imperversa con il suo caratteraccio per tutto il libro senza che nessuno, in primis Cade, le dia un freno. La storia è praticamente inesistente, Kilye vede Cole, Cole vede Kylie, lui si ubriaca e finiscono a letto, la volta dopo si ubriaca lei, finiscono a letto ma prima si sposano (e lei non ricorda nulla), devono tenere nascosto tutto a Daphne altrimenti va ancora più fuori di testa di quello che è, continuano a fare sesso ovunque finche vengono scoperti, Daphne colpisce con un vaso Kilye poi tenta il suicidio e viene internata in una clinica. Kylie, che non vuole pesare su nessuno, scappa via, Cade la rincorre in stile Richard Gere in Pretty Woman e finiscono a vivere insieme felici e contenti e New York. Potrei provare anch’io a scrivere una cavolata del genere, magari raggranello qualche soldo.   

Ora esisti solo tu

Data pubblicazione: 19 maggio 2017
Titolo originale: Beauty and the billionaire: the wedding (2016)
Serie: The Billionaire Boys Club – Vol. 6,5
Editore: Newton Compton
Genere: romance contemporaneo
Ambientazione: Stati Uniti, oggi
Livello di sensualità: medio/alto
Lunghezza: 90 pagine
Prezzo: ebook € 0,99

Trama:
Hunter e Gretchen stanno finalmente coronando il loro amore, ma il loro matrimonio potrebbe non essere il giorno da favola che hanno tanto sognato…
Qualcuno vuole rovinare il futuro di Gretchen il giorno prima del gran giorno. Può fidarsi di Hunter, l’uomo a cui ha dato il suo cuore? E può davvero contare su sua sorella Daphne (la persona meno affidabile del mondo!) perché la aiuti a salvare il salvabile? O questo matrimonio è destinato ad andare in frantumi prima ancora che Gretchen e Hunter riescano ad arrivare all’altare?

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

Lascia un commento

Your email address will not be published.