Amanda Quick: romance storico di qualità

amanda-quick-16
Dopo la serie Vanza di cui ho parlato nel post precedente, eccomi a voi nuovamente con Amanda Quick e altri suoi storici che sono riuscita a recuperare in giro e che sto un po’ alla volta leggendo. Non pensavo ma mi sto appassionando al modo di scrivere di questa autrice, i suoi romanzi sono eleganti, i protagonisti unici ed un po’ eccentrici, la narrazione è scorrevole ed intrigante, c’è romanticismo, passione e suspense, tutti gli ingredienti che al momento preferisco. E poi c’è molta di quella che io chiamo ironia british che adoro. Comunque, per chi non conoscesse questa autrice, ecco a voi una carrellata di libri. Enjoy

SEDUZIONE

amanda-quick-2Data pubblicazione: 1994 – 1995
Titolo originale: Seduction (1990)
Titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub – I Romanzi Mondadori Classic
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
I popolani lo chiamano “Diavolo”. L’aitante ed enigmatico Julian, conte di Ravenwood, possiede, infatti, un temperamento quasi leggendario e un aspetto, se pur bello, leggermente inquietante: alto e prestante, lineamenti regolari ma molto decisi, capelli corvini, gelidi occhi verdi. Soprattutto, però, possiede – o meglio, possedeva – una bellissima moglie, la cui misteriosa morte non è facile da dimenticare. Qualcuno sostiene che la giovane lady si sia gettata di sua volontà nelle scure e stagnanti acque della palude di Ravenwood, altri bisbigliano di un assassinio e della cieca ira del conte. Ora la candida Sophy sta per diventare la nuova signora di Ravenwood. È un matrimonio di convenienza: Julian vuole un erede e una moglie che non crei problemi. Una ragazza educata in campagna, ben lontana, per quanto graziosa, dal poter competere con le raffinate donne di città in bellezza e arti ammaliatrici gli pare la scelta ideale, soprattutto dopo le amare esperienze avute con l’affascinante prima moglie. Non sa quanto si stia sbagliando… Sebbene attratta dalla forza mascolina e dallo scintillio di desiderio che si accende talvolta negli smeraldini occhi di lui, l’intelligente e orgogliosa Sophy ha a sua volta altre due valide ragioni per acconsentire a sposarlo. La prima consiste nella maggior opportunità di poter cogliere una vendetta cercata da tempo e, nel perseguire il suo scopo, finirà per coinvolgere Julian in un complotto di ricatti, in un duello all’alba e in una pericolosa masquerade. La seconda, che le sta molto più a cuore, è il tentativo di realizzare un desiderio antico e quasi impossibile: insegnare al “Diavolo” ad amare di nuovo…
Impressioni:
questo libro è incentrato molto sull’onore, quello di lui, cornificato dalla prima moglie e diventato una persona rigida, intransigente, fredda, calcolatrice ed infatti decide in modo analitico chi sarà la prossima contessa e quale sarà il suo ruolo. Anche Sophy ha un forte senso dell’onore ed infatti ha deciso di vendicarsi dell’uomo che ha portato la sorella al suicidio. Però è anche una donna romantica che desidera l’amore del marito e il suo rispetto. Ha delle idee molto rivoluzionarie sul ruolo della donna e per questo si scontra con Julian che vorrebbe una moglie obbediente e poco ingombrante. Nel complesso non mi è dispiaciuto ma l’ho trovato meno coinvolgente rispetto agli altri storici che ho letto di questa autrice.

ATTRAZIONE

amanda-quick-3Data pubblicazione: 1996
Titolo originale: Surrender (1990)
Titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub 
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
A quasi ventiquattro anni compiuti Victoria Huntington è ormai molto abile nel riconoscere al primo sguardo i cacciatori di dote. Il fatto che sia ancora sola e unica padrona della propria cospicua fortuna a un’età tale da essere considerata una vecchia zitella testimonia la sua abilità nello schivare gli scaltri e superficiali opportunisti che abbondano nei lussuosi salotti di Londra. Ma Lucas Colebrook, ultimo conte di Stonevale, sembra diverso: può forse essere un opportunista, ma in lui non v’è nulla di scaltro o superficiale. E quando dà inizio al suo inconsueto e imprevedibile corteggiamento, Victoria si scopre incapace di resistergli. Ma accettare la compagnia dell’affascinante conte si rivela più pericoloso di quanto la giovane avesse immaginato, perché lui sa far leva su ogni debolezza, su ogni incertezza di lei… fino a che si ritrova signora di un antico feudo di campagna. E qui, nel cuore dello Yorkshire, che le vere ragioni dell’interesse di lui divengono fin troppo palesi. Ed è qui che i turpi fantasmi del passato della giovane ritornano per dar vita a un terribile complotto che minaccia la sua vita, il suo onore e l’esistenza dell’unico uomo che lei potrebbe mai risolversi ad amare.
Impressioni:
In questo libro il protagonista principale è quello che, generalmente, in qualsiasi romance storico sarebbe il cattivo, l’antagonista infatti Lucas è un cacciatore di dote. Victoria è la preda designata, è bella, ricca, affascinante e non ne vuole saperne di sposarsi. Lucas potrebbe puntare qualsiasi altra preda, ha tutte le carte in regola per riuscire a far capitolare qualsiasi ingenua lady ma si incaponisce su Victoria e, con una strategia degna del militare che è stato, riesce a sposarla. Peccato che, subito dopo le nozze, salti fuori che in realtà Lucas non ha un soldo e ha un bisogno assoluto di quelli della moglie per salvare la proprietà di famiglia. Ovviamente Victoria si arrabbia giusto un pochino però poi riesce a conoscere meglio e ad apprezzare come merita il marito. Mi è piaciuto perchè sia Victoria che Lucas sono dei brillanti strateghi nelle loro battaglie private e Lucas è veramente un gran bel personaggio maschile.

RENDEZ-VOUS

amanda-quick-4Data pubblicazione: 1995 – 1996 – 2004
Titolo originale: Rendez-vous (1991)
Titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub – I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Non poteva essere che uno spiacevole e grosso equivoco, Augusta ne era più che sicura. Era assolutamente impossibile che l’altero e freddo duca di Graystone volesse sposarla. Era largamente risaputo, infatti, che la sua sposa ideale avrebbe dovuto rappresentare un vero e proprio esempio di virtù e discrezione ed era altrettanto risaputo che Augusta, ultima erede dei nobili Ballinger del Northumberland, fosse piuttosto restia al rispetto delle convenzioni sociali. Anzi, la graziosa e intelligente giovane era dotata di uno spirito indipendente e ribelle che certo non la candidava al ruolo di moglie docile e giudiziosa. Perciò Augusta ha deciso di fissare un segreto appuntamento notturno con il conte e chiarire l’equivoco sorto con i nomi: è la bellissima e dolce Giulia, sua cugina, che sicuramente Graystone intende sposare. Tuttavia, tutto ciò che le è riuscito di ottenere nel corso del bizzarro rendezvous è stato di rafforzare i propositi dell’uomo: baciare le incantevoli labbra di lei e insegnare all’adorabile pazzerella come ci si deve comportare. Ciò che però egli non può immaginare è che toccherà invece proprio a lui subire una bella lezione! Ma, dagli eleganti salotti dei più esclusivi circo di Lonora alla rustica campagna del cuore del Dorset, ben più pericolosa delle maliziose scaramucce amorose, una subdola minaccia sovrasta il conte e la sua imprevedibile fidanzata: un vecchio e astuto nemico che, nell’ombra, attenta al loro amore, al loro onore e alla loro stessa vita…
Impressioni:
al momento questo è il libro che meno mi è piaciuto di Amanda Quick. Il problema principale sono i protagonisti e come sono caratterizzati. Graystone è un freddo, bacchettone, autoritario, pedante, pomposo ed antiquato duca, che proprio non sono riuscita a farmi piacere. È tutto un continuo pontificare su ciò che è giusto e ciò che è sbagliato, su come deve essere una gentildonna, cosa non deve fare ecc. ecc. È di una noia mortale a parte quando va a letto con Augusta e si trasforma in una specie di bisonte in calore. Peccato che, al di fuori di questa situazione, ritorni ad essere il solito puritano sputasentenze. Augusta dal canto suo è una lady ingenua e troppo accomodante per i miei gusti. Avrei voluto un po’ più di fuoco da parte sua, delle ribellioni spettacolari, che gli tirasse dietro qualche piatto almeno ed invece niente, ne è innamorata, in modo sottile riesce a ritagliarsi il suo spazio ma avrei voluto qualcosa di più. Non ho potuto fare a meno di paragonarlo a “il duca di ghiaccio” di Mary Balogh dove il duca freddo e controllato diventa umano grazie all’amore per una donna libera e anticonformista. Tutto un altro pianeta!

SCANDALO

amanda-quick-5Data pubblicazione: 1995 – 1996 – 2004
Titolo originale: Scandal (1991)
Titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub – I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Da che la sua reputazione è stata irrimediabilmente compromessa da una sconsideratezza giovanile — “il disgraziato incidente” per dirla come la gente del luogo — l’incantevole Emily Faringdon si è rassegnata a trascorrere nubile il resto dei suoi giorni. Ne d’altronde, a cinque anni dal “fattaccio”, si può dire che la cosa la rattristi più di tanto. L’ottocentesca campagna inglese può offrire, infatti, molteplici interessi: ci sono la grande tenuta di famiglia da amministrare, le rendite del padre e dei fratelli da gestire, come pure le finanze delle vecchie signore del paese; per non parlare della grande passione letteraria che la spinge a comporre versi. Un esistenza piena e appagante, nonostante tutto… Finchè Emily non si ritrova coinvolta in una fitta corrispondenza, scoprendosi perdutamente innamorata. Sensibile, colto, intelligente, il prezioso amico di penna sembra incarnare tutto ciò che la giovane ha sempre desiderato in un uomo. Ma Simon Augustus Traherne, il misterioso conte di Blade, non è affatto come sembra… Mosso da oscure passioni e da un tragico segreto profondamente inciso nell’anima, Blade riesce a incantare e soggiogare tutta Londra… Tutta tranne Emily. Perchè Emily, benchè ammaliata dal seducente fascino di Simon, conosce la vera ragione delle profferte amorose dell’uomo. E sa anche di dovere ad ogni costo conquistare il suo gelido cuore prima che i vendicativi demoni del passato distruggano l’unico grande amore in cui lei abbia mai creduto.
Impressioni:
Carino anche questo anche se mi ha preso meno degli altri che ho letto. Emily è di un’ingenuità spaventosa, è romantica, ottimista e alle volte dà sui nervi con questo suo atteggiamento credulone. Simon è un uomo duro, vendicativo, affascinante e pericoloso e alla fine capitola ad Emily per sfinimento a forza di sentirsi dire da lei che che la loro relazione si sviluppa su un piano più elevato, che comunicano ad un livello metafisico e trascendente ecc. ecc. Nel complesso una lettura leggera e a tratti divertente.  

BATTICUORE

amanda-quick-6Data pubblicazione: 1997 – 2005
Titolo originale: Ravished (1992)
Titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub – I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Era la giovane donna più eccentrica che Gideon avesse mai incontrato. Scarmigliata e un po’ in disordine, appariva perfettamente a suo agio tra gli innumerevoli libri e ossa che ricoprivano ogni angolo della stanza: il suo lavoro, lo chiamava lei. Certo, nell’accorrere alla richiesta d’aiuto che gli era stata inviata, il signore di Blackthome si figurava di dover soccorrere una damigella in difficoltà e non certo questa specie di virago in gonnella. Invece miss Harriet Pomeroy non aveva battuto ciglio alla vista del viso sfregiato che aveva sconvolto ben più di una dolce fanciulla, pareva fermamente decisa a rimanere zitella e se ne infischiava alla grande della propria reputazione. E come se tutto ciò non bastasse, ora gli stava candidamente confessando di essere uscita diverse volte nel cuore della notte per spiare un gruppo di pericolosi banditi che, a suo dire, con la loro attività minacciavano dei preziosi fossili. Ce n’era a sufficienza perché il potente Gideon accantonasse il risentimento che provava per gli abitanti dei propri territori, ignorasse le pesanti accuse che essi gli muovevano e decidesse di approfondire l’argomento. Ma mentre si accingeva a farlo, ecco entrare la vecchia governante: con un grido d’orrore, esclamando sgomenta “La Bestia di Blackthorne Hall”, l’anziana donna crollava a terra svenuta, non prima però di aver urlato all’attonita Harriet di fuggire lontano da quell’uomo. Un uomo sul cui capo pesa il più infamante dei sospetti, un uomo che la vita ha duramente segnato. Un uomo la cui rettezza e il cui coraggio segneranno irrevocabilmente il destino di Harriet, spalancandole le porte della più ardente passione…
Impressioni:
bellissimo, divertente, emozionante, appassionante e potrei andare avanti ancora ma non vi voglio annoiare. Gideon è un gigante, brutto e con una cicatrice sulla guancia ma è incredibilmente affascinante, orgoglioso e dolcissimo con Harriet. Lei è un po’ svampita ma simpatica, una nerd ottocentesca che si interessa solo di fossili e non si cura della reputazione, del prestigio ecc. Insieme sono perfetti e il libro l’ho divorato.

AVVENTURA

amanda-quick-7Data pubblicazione: 1996
Titolo originale: Ravished (1992)
Titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Agli occhi d’adolescente di Phoebe l’attraente Gabriel Banner non era solo un uomo affascinante, bensì appariva come un valoroso cavaliere senza macchia e paura, un eroe dal cuore nobile e ardimentoso, pronto a lanciarsi al salvataggio di povere damigelle in difficoltà. Ecco perché diversi anni più tardi, bisognosa d’aiuto per condurre a buon esito una ricerca di vitale importanza, la giovane non ha dubbi sulla scelta del nobile paladino da investire della cruciale missione. Ma le sue ingenue e romantiche convinzioni sono destinate a subire una drastica scossa. All’intrigante appuntamento di mezzanotte da lei combinato per assoldare Gabriel alla propria causa, Phoebe si ritrova a guerreggiare con un uomo provocante, irresistibile e ben diverso dall’eroe dei suoi sogni, un uomo che la stringe in un abbraccio appassionato e ben poco cavalleresco e la bacia con trasporto. È un bacio che segna il destino di Phoebe. Ora Gabriel infatti ha una propria, importantissima missione da compiere: conquistare il cuore della più impulsiva, ribelle, seducente donna che abbia mai conosciuto…Da un fatiscente castello sulla tempestosa costa del Sussex a uno sfarzoso ballo in maschera, si dipana la storia di un insolito cavaliere, un’ardimentosa damigella e del loro dolce, ardente, leggendario amore.
Impressioni:
questo libro non mi ha convinta per niente principalmente perchè ho trovato insopportabile Phoebe e i suoi voli di fantasia sui nobili cavalieri che corrono a salvare le damigelle in pericolo. In pratica vive in un universo parallelo dove gli uomini mettono al primo posto l’onore, sono senza macchia e senza paura e provano sentimenti puri ed appassionati per le loro donne. Dal canto suo è convinta di essere come una dama medievale che sospira per il suo Lancillotto ed è così ottusa da non concepire che Gabriel possa non essere così puro di cuore e di intenti come era certa che fosse. Insomma, l’ho trovata proprio patetica e noiosa, ho visto l’ora di finire il libro ed archiviarlo.

AUDACIA

amanda-quick-8Data pubblicazione: 1999 – 2005
Titolo originale: Dangerous (1993)
Titolo autoconclusivo
Editore: Euroclub – I Romanzi Mondadori Classic
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
A venticinque anni suonati, Prudence dovrebbe conoscere perfettamente i rischi cui va incontro una giovane donna che si avventuri nel cuore della notte nelle stanze di un gentiluomo. Eppure, a dispetto del proprio nome e delle puritane convenzioni dell’Inghilterra vittoriana, è proprio una visita notturna quella che decide di fare. L’ignaro e sorpreso anfitrione è l’enigmatico e affascinante Sebastian, conte di Angelstone, che Prudence vuole dissuadere dal duellare con suo fratello. Ma se l’improvvisato rendez-vous riesce a scongiurare il pericolo imminente di una sfida alle armi, ne fa sorgere molti altri, ugualmente minacciosi. Tra il bel nobile e l’impulsiva giovane s’instaura infatti uno stretto sodalizio per far luce sugli improbabili fantasmi e gli inspiegabili e letali incidenti che opprimono l’antico castello di cui sono ambedue ospiti. Di mistero in mistero, i due si trovano coinvolti in un’avventura intrigante e rischiosa, che li porterà a scoprire torbidi segreti e vecchi crimini, in una vicenda imprevedibile e appassionante che potrebbe culminare nella tragica fine di entrambi… o nel seducente e romantico inizio di un’appassionata storia d’amore…
Impressioni:
veramente carino ed appassionante. I protagonisti sono entrambi sullo stesso piano, amano le indagini e non ci sono conflitti su ciò che una lady può o non può fare, insomma insieme si divertono un sacco. Nessuno dei due si fa trascinare dalle passioni, analizzano in modo ponderato e distaccato le situazioni in cui si vengono a trovare, sono molto corretti, si rispettano e si amano, praticamente una coppia perfetta. Lei per hobby è una cacciatrice di fantasmi, lui a tempo perso si diverte a fare indagini su ricatti, rapine ed omicidi perciò si danno una mano l’un l’altro. Intrigante e ben scritto.

L’INGANNO

amanda-quick-9Data pubblicazione: 1994 – 2000
Titolo originale: Deception (1993)
Titolo autoconclusivo
Editore: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Oliympia non sa che fare della propria bellezza. Studiare le leggende di paesi lontani è l’unica cosa che le dia gioia.
Finché non conosce il nuovo istitutore dei suoi tre nipotini, Jared, un uomo affascinante che sembra uscito da una storia di pirati.
Allora ha inizio un sogno meraviglioso, ma la realtà è ben diversa: Jared intende servirsi di lei per localizzare un tesoro nascosto.
E quando Olympia scopre l’inganno, gli ha ormai donato la chiave del suo cuore…
Impressioni:
Premettendo che la trama è un po’ fuorviante, infatti a Jared del tesoro non importa un bel niente, anche in questo caso la Quick ha fatto centro con un romanzo pieno di humor, passione, romanticismo e suspense. Olympia è una giovane donna anticonvenzionale infatti è stata cresciuta dalla zia e dalla sua compagna, si occupa dei tre nipotini, non si cura della moda e dell’aspetto esteriore, è una studiosa un po’ imbranata nella gestione della casa mentre Jared è un uomo organizzato, sempre puntuale, precisino e un po’ rigido. Non per niente è considerato la pecora nera della sua famiglia di ex corsari impulsivi e focosi. Peccato che, quando conosce Olympia, tutto il fuoco che non pensava gli scorresse nelle vene esplode precipitandolo in un caos di emozioni a lui sconosciute. Una lettura appassionante.

L’ISOLA DEI DESIDERI

amanda-quick-10Data pubblicazione: 2006
Titolo originale: Desire (1993)
Titolo autoconclusivo
Editore: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico medievale
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Alla morte del padre, la bellissima lady Clare capisce che dovrà sposarsi al più presto: la sua isola, Desiderio, ha urgente bisogno della protezione di un cavaliere valoroso.
Così, mentre lei sogna un marito romantico e gentile, il suo tutore sceglie fra tutti i pretendenti, il selvaggio Gareth di Wyckmere.
La delusione è cocente, tuttavia l’ostinata fanciulla non si dà per vinta: addolcirà quell’uomo spaventoso…
Clare non sa però che Gareth ha un intento uguale e contrario: domarla.
Impressioni:
Non amo i romance medievali a parte pochissime eccezioni e anche in questo caso la storia non mi ha coinvolta. Sarà che ho dovuto studiare con mio figlio il periodo storico e quasi tutti i libri sono poco accurati da questo punto di vista, sarà la quasi assoluta mancanza di igiene delle persone del tempo, sarà il fanatismo religioso e la grettezza mentale ma io non riesco a trovarci niente di romantico nel periodo medievale. Nel complesso la storia è scorrevole ma l’ho trovata poco coinvolgente e con due protagonisti abbastanza scontati.  

L’AMANTE

amanda-quick-17Data pubblicazione: 2006
Titolo originale: Mistress (1994)
Titolo autoconclusivo
Editore: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Iphigenia Bright, esperta d’arte, rientrata da un viaggio scopre che qualcuno sta ricattando l’anziana zia. Decisa a smascherare il colpevole frequenta l’alta società, facendosi passare per l’amante del conte Marcus Cloud, che si presume essere morto per mano dello stesso ricattatore. è certa che l’inganno possa reggere, ma Marcus riappare e tra i due inizia una sciarada che li porta ad affrontare intrighi mozzafiato. Ammaliato da Iphigenia, riuscirà il conte a conquistare veramente il suo cuore?
Impressioni:
Quanto mi sono divertita a leggere questo libro. Marcus è tenebroso ed affascinante, ha una lista di regole che segue alla lettera ma l’incontro con Iphigenia manda tutto all’aria e le sue regole una ad una vengono fragorosamente infrante. Iphigenia è indipendente, femminista se vogliamo, ha un’intelligenza vivace, è attraente e con un bel senso dell’umorismo. Insieme formano una coppia esplosiva. L’ho adorato.

IL CRISTALLO VERDE

amanda-quick-11Data pubblicazione: 1996 – 2005
Titolo originale: Mystique (1995)
Titolo autoconclusivo
Editore: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico medievale
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Forse era un strega, forse una fata. Hugh non lo sapeva, ma era già suo prigioniero…
Hugh di Scarcliffe era un uomo spietato, e la sua leggenda lo precedeva ovunque. Ma quella stana ragazza dai capelli di fiamma sembrava non averne paura. Anzi, la spudorata gli proponeva un contratto: a lui, l’Implacabile!
Per ora Hugh aveva bisogno di lei per recuperare la pietra, il cristallo verde, ma poi si sarebbe vendicato… a modo suo.
Impressioni: libro molto bello, divertente, con due protagonisti veramente ben presentati. Lui è soprannominato “L’implacabile” ma nemmeno lei scherza anzi spesso è incontenibile, una lottatrice nata, non ha mai paura di sfidarlo e di far valere le sue ragioni spesso ricorrendo all’ingenuità e alla dolcezza ma, in un modo o nell’altro, raggiunge il suo scopo. L’ambientazione medievale è ben costruita, divertentissime le imprecazioni molto colorite usate da entrambi come per esempio “Per il mantello di San Bonifacio”, “Per i denti di Dio”, “Per le ossa del demonio” ecc. (mi sono fatta delle gran risate). Anche la parte suspense è meno scontata di quanto sembra all’inizio. Insomma, una lettura molto più che soddisfacente dove la Quick dimostra di essere in vero e proprio stato di grazia. 

IL SIGILLO DELLA REGINA

amanda-quick-12Data pubblicazione: 1997 – 2003
Titolo originale: Mischief (1996)
Titolo autoconclusivo
Editore: I Romanzi Mondadori
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Mathias aveva accettato di proteggerla… a costo di rischiare il proprio cuore.
Imogen Waterstone non è solo una bella e ricca ereditiera, ha anche un cervello brillante ed un piano per vendicare la morte della sua più cara amica, che ritiene sia stata assassinata dal marito.
Per attuarlo, chiede aiuto all’implacabile, affascinante Conte di Colchester, un alleato che potrebbe rivelarsi più pericoloso del suo stesso nemico…
Impressioni:
Questo titolo di Amanda Quick non mi è piaciuto particolarmente, il personaggio di Imogen è un po’ troppo sopra le righe per i miei gusti, risulta poco credibile nella sua ingenuità che sconfina troppo spesso nella stupidità. Mathias è un po’ meglio peccato che la assecondi in modo esagerato. Ci sono comunque alcuni passaggi divertenti ma troppo pochi rispetto ad altri libri che ho avuto modo di apprezzare di questa autrice. 

CHARLOTTE

amanda-quickData pubblicazione: 1998 – 2005
Titolo originale: Affair (1997)
Titolo autoconclusivo
Collana: I Romanzi Mondadori Classic e Oro
Genere: romance storico/suspense
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Baxter era l’uomo più interessante che avesse mai conosciuto… ed il più pericoloso.
Per qualcuno è una professione scandalosa, per Charlotte è una missione: proteggere donne ricche e sole dalla malafede dei loro pretendenti, svolgendo discrete indagini prematrimoniali.
Ma Charlotte non è l’unica ad investigare: qualcun altro si interessa a lei e non solo per motivi professionali…
Impressioni:
libro delizioso con una bella parte suspense. Baxter è un nerd non particolarmente attraente ma Charlotte lo vede come un uomo dalle grandi passioni. Insieme fanno faville e i loro dialoghi sono, oserei dire, eccitanti. L’ho divorato in poche ore senza prendermi delle pause.

DOLCI SEGRETI

amanda-quick-13Data pubblicazione: 2001 – 2018
Titolo originale: Slightly Shady (2001)
Serie Lake/March – Vol. 1
Collana: I Romanzi Mondadori Classic – I Romanzi Mondadori Oro
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Lavinia non ha mai dimenticato Tobias March, l’attraente sconosciuto che l’ha fatta fuggire da Roma, salvandola dallo scandalo che aveva travolto la sua bottega di antiquariato. Non ha dimenticato i suoi occhi e nemmeno i suoi ruvidi modi.
Ora Tobias ricompare a Londra, alla ricerca di un diario che rivela gli scandali dei più bei nomi dell’aristocrazia britannica. Anche Lavinia deve ritrovare lo stesso diario per proteggersi da un ricatto infamante e così tra i due inizia una collaborazione fatta di maliziose ripicche e d’intermezzi di passione.
Ma un nemico trama nell’ombra e non vuole che l’indagine venga portata a termine…
Impressioni:
Bellissimo rosa crime storico, mi sono così calata nel libro che ho iniziato ad indagare anch’io insieme ai due protagonisti, ad analizzare gli indizi e i piccoli dettagli, insomma mi sono proprio divertita ed appassionata alla storia. La parte romance è un po’ sottotono ma, visto che anche i due volumi successivi hanno gli stessi protagonisti, avrò modo di recuperare in tal senso. Ottimo inizio serie.
P.S.: non avevo idea di cosa fosse il mesmerismo perciò, grazie alla Quick, ho fatto una nuova scoperta.

AMORI E SEGRETI

amanda-quick-14Data pubblicazione: 2003 – 2018
Titolo originale: Don’t look back (2002)
Serie Lake/March – Vol. 2
Collana: I Romanzi Mondadori Classic – I Romanzi Mondadori Oro
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
Come se un notevole fiuto per gli affari e una bellezza mozzafiato non bastassero per distinguerla dalle altre donne, Lavinia Lake è anche una studiosa di mesmerismo, una tecnica che indaga il magnetismo animale, e l’influsso degli astri per ipnotizzare e guarire.
Quando Celeste Hudson, anch’essa seguace del mesmerismo, viene trovata strangolata, è Lavinia a dare la caccia all’assassino, aiutata da Tobias, un avventuriero da lei affascinato.
L’unica pista che hanno è quella del bracciale della vittima, un oggetto che si dice abbia poteri straordinari…
Impressioni:
Anche in questo secondo volume della serie la parte gialla è prevalente però è tutto così ben costruito che non si sente la mancanza di un po’ più di rosa. I protagonisti sono gli stessi, Lavinia e Tobias sono amanti ma sembra abbiano quasi paura di diventare qualcosa di più mentre come personaggi secondari ci sono Emaline, la nipote diciottenne di Lavinia, e Anthony, il cognato ventunenne di Tobias che hanno un debole uno per l’altra e vogliono intraprendere entrambi la professione dei loro parenti più vecchi cioè diventare investigatori. Il libro è bel scritto, leggero, a tratti divertente e sempre ironico in pieno stile Quick e l’indagine è intrigante con l’approfondimento sul mesmerismo. L’unica nota un po’ irritante è la cocciutaggine di Lavinia nel difendere ad oltranza un personaggio un po’ ambiguo, alle volte è veramente troppo ottusa, la vorrei più equilibrata e meno impulsiva ma nel complesso lei e Tobias insieme mi piacciono proprio anche perchè non sono più giovanissimi ma vengono travolti ugualmente dalla passione nei luoghi e nei momenti meno congeniali. 

TROPPO TARDI

amanda-quick-15Data pubblicazione: 2004
Titolo originale: Late for the wedding (2003)
Serie Lake/March – Vol. 3
Collana: I Romanzi Mondadori Classic
Genere: romance storico
Ambientazione: Inghilterra, XIX secolo
Sensualità: warm
Disponibile nell’usato
Trama:
L’invito a un party in campagna a Beaumont Castle è l’occasione ideale per i due investigatori Tobias e Lavinia per trascorrere un weekend romantico lontano da Londra.
Ma i loro piani vanno in fumo quando incontrano Aspasia, vecchia amica di Tobias ed ex fidanzata di un eccentrico assassino ormai scomparso.
La donna ha bisogno di protezione, soprattutto dopo aver ricevuto un messaggio minaccioso.
Come se non bastasse, una serie di eventi al castello sembrano ricondurre al lontano quanto pericoloso amore di Aspasia…
Impressioni:
Ultimo libro della serie Lake/March, i due investigatori privati un po’ squattrinati ma molto affascinanti. Veramente bella la parte gialla con un serial killer / giustiziere, una nobile donna che tanto nobile non è e un fratellastro di cui non si sapeva nulla. Il tutto è ben costruito, la storia d’amore tra Tobias e Lavinia si intreccia in modo fluido e convincente con l’indagine e c’è spazio anche per le due coppie Emaline / Anthony e lord Vale / lady Joan. Se amate il rosa crime questa mini serie fa per voi. 

ROMANCE STORICI NON PUBBLICATI IN ITALIANO

The Paid Companion (2003)
Wait Until Midnight (2005)
Second Sight (2006)
The River Knows (2007)
The Third Circle (2008)
The Perfect Poison (2009)
Burning Lamp (2010)
Quicksilver (2011)
Crystal Gardens (2012)
The Mystery Woman (2013)
Otherwise Engaged (2014)

 

Last updated by at .

Se l'articolo ti piace condividilo

Lascia un commento

Your email address will not be published.